"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Solari – La villetta in abbandono in via Moisè Loria

In zona Solari, in via Moisè Loria angolo via Gnocchi Viani, si trova una piccola villetta in semplice stile liberty da anni in completo abbandono.

La villetta, con ingresso da via Gnocchi Viani 2, si trova nell’isolato occupato dal Giardino Vincenzo Muccioli (detto anche Parco Stendhal), uno spazio verde che ha una superficie di circa 9 000 m².

La casetta è in totale abbandono da decenni: finestre murate così come l’ingresso, graffiti e rampicanti si sono impossessati della piccola palazzina.

Nel 2009 era comparso un progetto con rendering di una nuova costruzione molto moderna e originale che avrebbe sostituito la palazzina. Nel 2013 la situazione era ancora rimasta invariata, come abbiamo visto in un nostro articolo dell’epoca.

Un peccato che in una zona, come questa, resista un luogo in questo stato decente.

Forse ora, col piano regolatore che prevede, nel caso di palazzi abbandonati per lungo tempo, sanzioni e riduzioni di edificabilità, sino alla possibilità di veder demolito lo stabile in degrado, qualcosa si muoverà?

Vista la scarsa importanza dello stile, e vista la situazione, non sarebbe meglio vederla demolita completamente e allargato il Giardino Vincenzo Muccioli, con buona pace di tutti?




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


6 thoughts on “Milano | Solari – La villetta in abbandono in via Moisè Loria

  1. davide bassini

    Riguardo alla vostra ultima domanda dipende di chi sia la proprietà dell’immobile. Se appartiene ad un privato non può essere abbattuta e convertita a spazio pubblico semplicemente perché ci piacerebbe di più così. Grazie a dio esiste ancora la proprietà privata in questo paese, altro discorso invece è attuare tutti quegli strumenti per velocizzare una sua ristrutturazione o la demolizione e costruzione di un nuovo edificio.

    1. Lorenzo Lamas

      Caro Davide Bassini,
      la domanda è ovviamente provocatoria. Diciamo invece che il penoso stato in cui versa questa singola proprietà privata lede, tra le altre, anche tutte le altre e numerose proprietà private adiacenti e limitrofe.
      Questo fatiscente edificio con la sua presenza insulta il decoro (pubblico e privato).
      Esorterei con persuasione la proprietà a porre rimedio immediato a questa situazione. In mancanza, ringrazierei Dio se volesse farlo.

  2. Daiano

    E magari i proprietari fanno pure i pistolotti sulla mobilità dolce. Chi ha orecchie per intendere, intenda, gli altri al penny.

  3. GRACE

    Il degrado è evidente e indecoroso per il quartiere .Non credo sia intelligente distruggere quella villetta si potrebbe trovare L’acquirente che la ristruttura . io mi sono sempre chiesta chi è /chi sono i proprietari? penso che sarebbe utile individuarli e contattarli al fine di risolvere questo problema

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.