"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Carrobbio – Una delle più belle strade in città: via Medici

Non fatevi scoraggiare dall’ingombrante mole dei due monolitici edifici moderni del Carrobbio, perché sembra siano stati messi lì a segnare l’inizio della via Medici, una piccola strada ricurva e leggermente in salita che nella parte centrale preserva una serie di edifici d’epoca che ci portano in un attimo indietro nel tempo.

Via Medici, secondo noi, è una tra le più belle strade di Milano.

La via unisce il Carrobbio con Via Circo, segue un andamento curvo ed è molto stretta, nel tratto centrale è leggermente rialzata dando l’impressione di scavalcare un dosso. Questo è dovuto al fatto che quando venne aperta, nel medioevo, dovettero scavalcare i resti delle mura romane e addirittura il muraglione del circo e la sua curva, sempre di epoca romana.

Le case, nella parte centrale, si presentano tutte con facciate del settecento e primo ottocento, di edilizia semplice, con qualche traccia di epoca medievale, che la si può vedere ancora oggi, come al civico 6 dove si nota un arco a sesto acuto di fattura tardo medievale o gotica.

Il nome della via deriva da quello di una famiglia che qui possedeva un palazzo antico. Famiglia che ha dato i natali a Gian Giacomo Medici detto il Medeghino che darà lustro alla famiglia che così potrà vantare un patentato fasullo con la più importante famiglia fiorentina dei Medici. Il palazzo medievale possedeva uno dei tipici porticati che a Milano venivano chiamati “coperti” (come l’unico superstite oggi in piazza Mercanti, il coperto dei Panigarola). Nel 500 il palazzo che si trovava nel tratto finale del vicolo al numero 15, venne trasformato, assumendo forme barocche e nobiliari che fino alla Seconda Guerra Mondiale faceva sfoggio di una bella facciata con un bel portone ad arco ribassato con stucchi barocchi e mensole che reggevano un balconcino centrale. Nel palazzo venne ospitato per breve tempo anche Giovanni dalle Bande Nere, ultimo dei condottieri italiani.
Le devastazioni belliche l’hanno cancellato per sempre, regalandoci un palazzo moderno.

Come dicevamo, i palazzi sono quasi tutti della stessa epoca, peccato per le due estremità (Carrobbio e via Circo) della via, smembrate e ricucite in qualche modo da edifici moderni dopo la II Guerra Mondiale.

Dalla parte opposta, verso il Carrobbio si trova, un tempo nascosta da edifici fino agli anni Cinquanta e ora leggermente esposta, una torre poligonale facente parte delle mura romane, una delle due uniche torri di cinta di epoca romana superstiti a Milano. Peccato, come abbiamo più volte detto, che il Carrobbio sia veramente lasciato nella più totale sciatteria, con vestigia antiche nascoste e palazzi brutti ed inutili, dove campeggiano irrispettosamente, cartelloni pubblicitari.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


2 thoughts on “Milano | Carrobbio – Una delle più belle strade in città: via Medici

  1. Anonimo

    Io mi sono sempre chiesto cosa aspetta il comune a valorizzare il quartiere delle 5 Vie. È un pezzo di città meraviglioso, sconosciuto a molti, compresi i turisti che lo apprezzerebbero in particolare modo. Pensare di pedonalizzare una parte del quartiere non sarebbe una brutta idea per un suo rilanci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.