"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Expo Legacy – Il padiglione del Belgio rinasce a Namur

Articolo Roberto Monti.

Su queste pagine già in passato abbiamo trattato la legacy di Expo in termini di riutilizzo delle strutture espositive, come nel caso del padiglione dell’Uruguay a Origgio o di quello di Coca-Cola al parco Robinson alla Barona, ma in questo caso ci allontaneremo dall’area milanese per rintracciare la destinazione finale del padiglione belga.

Nel corso di una visita alla città di Namur, chi vi scrive si è imbattuto nella ricostruzione della struttura presso l’Esplanade della Cittadella, l’area fortificata posta alla confluenza dei fiumi Sambre e Mosa. Come si può vedere dalle foto i lavori sono a buon punto, ma la conclusione, inizialmente prevista per maggio, subirà un ritardo probabilmente anche a causa dell’attuale crisi da Coronavirus che ha colpito anche il Belgio. L’edificio, acquistato dal Comune di Namur e dal Governo vallone, sarà destinato a ospitare eventi e mostre sulle varie applicazioni del digitale organizzate dall’Associazione KIKK.

Il padiglione è frutto di un progetto di Patrick Genard, nato proprio a Namur ma il cui studio ha sede a Barcellona, in collaborazione con l’architetto Marc Belderbos e l’impresa edile Besix – Vanhout. Trae ispirazione dalle architetture rurali del Belgio, con una cupola che rimanda alla Royal Greenhouses di Laeken, e pone grande attenzione ad un’architettura sostenibile attraverso l’utilizzo di materiali facilmente riciclabili e con basso impatto ambientale. Proprio l’idea di modularità dietro alla concezione di questa struttura ne ha consentito il riassemblaggio a Namur. Durante l’Esposizione il padiglione ruotava attorno all’idea di “Lobe City”, ovvero una soluzione urbanistica che prevede l’utilizzo del verde per dividere i quartieri e facilitare l’ossigenazione del centro città, affiancando una serie di anelli concentrici per mantenere comunque un legame tra le diverse aree.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com


4 thoughts on “Milano | Expo Legacy – Il padiglione del Belgio rinasce a Namur

      1. Anonimo

        C’est du Belge (detto da uno che in Belgio ci vive da 13 anni). 5 anni per ricostruirlo è anche poco 😀 comunque notizia passata abbastanza inosservata dalla stampa locale. Grazie per la segnalazione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.