"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Salerno | Ritorna il polo per la cantieristica nautica

Il comune di Salerno, dopo aver indicato un nuovo responsabile del procedimento, ha provveduto ad affidare l’incarico di aggiornamento del vecchio progetto definitivo delle opere a mare del PIP Nautica in località Capitolo San Matteo. Il progetto, realizzato solo nella parte della viabilità a terra, sembrava essere finito nel cassetto ma è stato finalmente recuperato forse nell’ottica di attingere a finanziamenti europei per la sua realizzazione.

Il Capitolo San Matteo potrà operare per imbarcazioni fino a venticinque metri e 30 tonnellate. L’estensione complessiva è di 185mila metri quadrati di cui 50mila coperti per ospitare, nei ventisei lotti previsti, una quarantina di aziende di piccola, media e grande dimensione anche in considerazione della possibilità di frazionare o accorpare gli insediamenti. Il collegamento con il mare è garantito da un piazzale a terra, da un piazzale banchinato a mare e da un pontile lungo 300 metri e largo 17 metri. Il completamento del nuovo waterfront consentirà al capoluogovalorizzare le sue potenzialità turistiche ed economiche nel mercato diportistico e crocieristico mondiale anche in ragione di una posizione baricentrica tra la Costa d’Amalfi, il Parco del Cilento, le aree archeologiche di Pompei e Paestum, le Isole Partenopee. L’area complessiva del Polo Cantieristico in località Capitolo a San Matteo, sulla litoranea Sud di Salerno, è di circa 185.000 metri quadrati di cui 100.000 metri quadrati per i 26 lotti su cui verranno realizzati capannoni di quadratura variabile. La superficie coperta ammonta a circa 50.000 metri quadrati. Varia la tipologia degli insediamenti realizzabili: – Capannoni per servizi di manutenzione ordinaria di imbarcazione da diporto anche di dimensioni fino a 25 metri e 30 tonnellate ed ovviamente le più piccole – Capannoni per realizzazione e commercializzazioni di imbarcazioni da diporto – Aree espositive e di accessorio alla nautica – Servizi di tecnologia avanzata per la nautica si nella fase di produzione che nel collegamento con il mondo della nautica in relazione e a supporto dei porti turistici salernitani. L’intervento prevede la realizzazione della viabilità e delle reti tecnologiche a servizio dell’area del Piano per gli Insediamenti Produttivi per la cantieristica nautica, posta tra l’incrocio di via Allende con la SS18 Litoranea ed il confine con il comune di Pontecagnano. Le opere consisteranno in: – realizzazione della viabilità esterna (by -pass SS18 Litoranea) – realizzazione della viabilità interna – realizzazione della pavimentazione del piazzale destinato alla movimentazione dei veicoli e riparazione dei natanti (mq 7730), con pavimentazione industriale a spolvero – realizzazione della pavimentazione dei marciapiedi con pietra lavica cm 20x 40, con incorporata la segnaletica stradale ad alta visibilità, a rinforzo della usuale segnaletica orizzontale – realizzazione dei sottoservizi (reti fognaria, rete idrica, rete metano, rete elettrica) – realizzazione di un cavedio tecnologico a servizio di tutti i lotti, che seguirà la viabilità interna e nel quale convergeranno i collegamenti delle reti tecnologiche in genere – realizzazione dell’impianto di pubblica illuminazione con lampade al sodio ad alta pressione – realizzazione di un impianto fotovoltaico, integrato sulle pensiline dell’area a parcheggio, della potenza di 69 kWp – realizzazione di un impianto di videosorveglianza per l’area del piazzale principale e per le pensiline fotovoltaiche – realizzazione di un impianto di controllo degli accessi per n.7 varchi sulle strade di accesso principali con barriere e impianto di comunicazione – illuminazione del nuovo tratto di strada (by-pass SS18 Litoranea) con n. 50 armature stradali con lampada da 250W – realizzazione di una guardiania e centro servizi (154 mq).




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Studente di architettura. Attivo nel mondo dell'associazionismo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.