"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Tre Torri – Cantiere Parcheggio CityLife: metà novembre 2020

Altro aggiornamento dal cantiere di CityLife nell’area dell’ampliamento del parco. Venerdì mattina è stata montata la prima GRU modello SAEZ tls 65 con 10 tonnellate di portata massima, montaggio e noleggio EDILGEMA s.r.l.

A breve sarà montata una seconda GRU modello TEREX CTT 161, le gru serviranno per realizzare il parcheggio interrato che rimarrà sotto la nuova porzione del parco. (foto Urbanfile e Michele Stella)

Solo pochi giorni fa abbiamo visto l’arrivo dei primi alberi nel cantiere del parco.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


3 thoughts on “Milano | Tre Torri – Cantiere Parcheggio CityLife: metà novembre 2020

  1. Maurizio

    L’intento di aprire parcheggi pubblici a pagamento è lodevole ma sarà del tutto vano se non si controlla giornalmente la sosta su strada nei dintorni. Lavoro in zona Domodossola e posso testimoniare che il controllo della sosta (strisce blu e gialle) è assolutamente inesistente, credo di ricordare che l’ultimo “giro” degli ausiliari risalga ad almeno 3 mesi fa! Risultato: la pressione delle auto alla ricerca di un posto su strada (e sui marciapiedi!) nel quartiere è enorme…

  2. Anonimo

    Io penso che sia una opera necessaria sento commenti che dicono che senso ha e che sarà vano per la congestione, io penso che ha molto senso perché è un progetto utile pensando che su quest’area saranno costruiti altri due edifici collegati da passerella(vedere progetto), questo periodo è brutto ma finirà nei prossimi anni, essendo che l’aria tornerà a congestionarsi tra i dipendenti delle torri più quelli del nuovo curvo, per non farci mancare nulla ci sarà anche un nuovo parco che attirare molta gente, ha senso costruirlo per non congestionare ulteriormente la zona, perché muoverà un numero notevole di persone appena la zona sarà terminata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.