"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Trasporti – Stazione M4 Quartiere Forlanini: fine novembre 2020

Aggiornamento fotografico dal cantiere della stazione M4 Quartiere Forlanini, dove si prosegue con il completamento delle strutture delle scale mobili e degli ascensori per entrambi i lati di viale Forlanini.

In ottobre avevamo criticato il design un po’ povero delle strutture esterne della M4. A voi il giudizio, ora che sono state quasi completate.

Foto Duepiedisbagliati.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


29 thoughts on “Milano | Trasporti – Stazione M4 Quartiere Forlanini: fine novembre 2020

  1. Anonimo

    ancor prima di entrare in esercizio e già fanno presagire scenari inquietanti…

    ditate sui pannelli neri (dubito le toglieranno mai), vetri orizzontali su cui condensa e sporco faranno dopo qualche giorno un bello spettacolo, la saracinesca, nel 2020: NO COMMENT.

    complimenti al team di geni del design, da promuovere uno ad uno secondo il principio di meritocrazia inversa tipico del nostro paese.

    chapeau.

    1. Anonimo

      Veramente i progettisti originari avevano pensato ben altro… se cerchi in rete i rendering li trovi.

      Ho l’impressione che si sia trattato di una bella sforbiciata ai costi delle uscite decisa ex post, con il nuovo progetto affidato a un tecnico qualsiasi

      se tanto mi dà tanto, non oso immaginare come avranno snaturato l’interno delle stazioni.

      Certo, peggio delle stazioni M5 che sembrano le toilette di un centro commerciale sarà difficile fare, ma al peggio non c’è limite (specie nell’arredo urbano milanese).

      1. Joe

        Non so in che toilette sei abituato a espellere le scorie che il tuo corpo produce, ma nei centri commerciali è un po’ peggio.
        Vedrei invece la M5 con occhio positivo: non è facile trovare delle stazioni così pulite e ordinate, caro anonimo delle 11 33.
        A meno di voler criticare a ogni costo

    1. Anonimo

      Sobrio ed essenziale.

      Poi quando sarà pieno di tag, adesivi, scritte e con la tettoia piena di guano di piccioni, magari rivediamo il giudizio.

      1. Joe

        Il giudizio va dato sull’intervento, non sul guano dei piccioni o sulle manate maldestre dei passanti, caro anonimo delle 12,56

        1. Anonimo

          Infatti.
          Quando saranno ricoperte di scritte, tag e guano, ne riparleremo.
          Del resto noi siamo solo degli inutili cittadini che commentano. Metterci la testa per fare le cose fatte bene è lavoro di altri.

  2. Est71

    adeguato alla funzione.. Forse avrei studiato meglio qualche soluzione preventiva per scoraggiare i soliti atti vandalici, writers in primis

  3. lisander

    quelle strutture devono essere pensate e giudicate per la funzione che devono assolvere, e anzi è già tanto che le uscite delle stazioni sia corredate di pensiline, dato che tutte le uscite delle linee metropolitane (tranne qualcuna sulla gialla), ne sono sprovviste; detto cio’ concordo sul fatto che si potevano studiare manufatti piu’ snelli e esteticamente accattivanti,ma purtroppo a Milano la capacità di stupire, fin da elementi di arredo urbano apparentemente banali come questi; speriamo almeno che vengano adeguatamente manutenute per evitare scarabocchi, tag, e incisioni dei soliti idioti.

  4. Anonimo

    Preferisco avere una metro esteticamente minimal (banale, brutta a seconda dei gusti) che funziona bene piuttosto che splendida esteticamente ma sempre in ritardo. Quelle le lasciamo alle stupide e insulse instagrammate di turno.

  5. Anonimo

    Il minimalismo VERO, quello che ti fa sbavare, ce lo insegnano i catalani , ancora una volta al TOP in fatto di urbanistica, architettura, paesaggio, e bla-bla-bla. Per chi vuole rifarsi gli occhi e capire cosa fanno menti geniali senza per forza spendere all’italiana cioè budget stellari….si guardi questo link.

    GARCÉS · DE SETA · BONET ARQUITECTES
    3 STAZIONI DELLA METRO_LINEA 9_BARCELLONA

    https://divisare.com/projects/375810-garces-de-seta-bonet-arquitectes-giampiero-germino-3-stazioni-della-metro_linea-9_barcellona

    …E rimpiangete il fatto di abitare semplicemente nella città sbagliata, o paese sbagliato, a seconda….

    1. Andy

      Anonimo delle 20.01, non capisco il nesso: paragoni l’esterno di una stazione periferica della M4 con l’interno in costruzione di una fermata importante

          1. Si Tav

            Be’ certo, il tuo nome non puoi scriverlo. Sono d’accordo. Meglio scrivere “fascionnn” e far credere ai novelli di questo portale che tu sia una persona saggia.
            La maggior parte sa invece quanto tu sia un povero mentecatto di sinistra. Basta leggere i commenti degli utenti nei tuoi confronti, quando ne spari una delle tue

          2. Wf

            Ma chi? Quei 4 sfigati che ti porti dietro mentre la stragrande maggioranza di utenti ti sommergono di commenti pro ciclabili pro pedonalizzazione anti auto???

            E tu fatichi non poco a strillare e sbraitare da squadrista fascista mancato per zittire tutti??
            🤣🤣🤣
            Che lavoro devi fare poveraccio…
            E io che ti prendo per il culo sempre e nemmeno te ne accorgi?

            Non riesci nemmeno a scrivere la risposta in coda al commento giusto…

            Ormai ti devi arrendere siTav il 90% degli utenti è pro ciclabili e anti auto .
            Sono tutti Wf.
            Siamo tutti Wf.
            We are Wf

            Ahhahaha
            Stacce.
            Ciaone vero fessciooo.

    2. Jo

      Il design del blocco ascensore alla fin fine ci sta. È la copertura delle uscite che è un po’ da rivedere, specialmente la saracinesca.

    1. Si Tav

      Ma sta’ zitto, WF.
      Fosse per te ci troveremmo in una squallida metropoli sovietica con casermoni tutti uguali dove è lo stato checdecide che ogni famiglia deve avere 60m2 di appartamento.
      Ma vai a quel paese,

          1. Si Tav

            Be’ certo, il tuo nome non puoi scriverlo. Sono d’accordo. Meglio scrivere “fascionnn” e far credere ai novelli di questo portale che tu sia una persona saggia.
            La maggior parte sa invece quanto tu sia un povero mentecatto di sinistra. Basta leggere i commenti degli utenti nei tuoi confronti, quando ne spari una delle tue, Wf

  6. orfeo polo

    E’ impossibile coniugare “estetica “, meglio gradevolezza, con l’aspetto economico ? L e cose “belle ” ( ben fatte ) sono necessariamente costose ? Il vero problema è nel cervello dei ns. “amministratori “, usano normalmente un solo “neurone ” ! Questi “gabbiotti ” sono splendidi per ospitare i bidoni dell’immondizia ! Sono una vergogna per una città come Milano…….

  7. Alessandro

    Perché a Milano l’arredo urbano è OGGETTIVAMENTE così brutto, dozzinale, grezzo? E’ l’anticipazione del degrado che inevitabilmente arriverà pochi mesi dopo l’inaugurazione di quelle ciofeche di stazioni della M5.

  8. lisander

    Vorrei segnalare a Andy che “manutenuto” è il participio passato del verbo manutenere, quindi corretto, forse una dizione desueta,aulica, ma corretta
    Saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.