"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Musocco – Presentata la riqualificazione del piazzale del Cimitero Maggiore

Venerdì scorso si è tenuta la presentazione del progetto per la riqualificazione di alcune zone del quadrante nord ovest di Milano (Presentati i progetti relativi alla nuova scuola di Cascina Merlata UpTown e del piazzale del Cimitero Maggiore).

Alla presentazione del progetto hanno partecipato: per il Comune di Milano l’assessore Pierfrancesco Maran, accompagnato dal presidente del Municipio 8 Simone Zambelli, dal presidente di Euro Milano Luigi Borré e dai tecnici coinvolti nella progettazione, spiegando via streaming a un folto pubblico di cittadini i lavori pubblici di rifacimento del piazzale del Cimitero Maggiore di Milano e il nuovo plesso scolastico di Cascina Merlata UpTown.

I due momenti di presentazione sono stati mantenuti separati e così faremo noi, in modo da permettere approfondimenti verticali sintetici, ma anche molto efficaci. Se, infatti, la scuola rientra appieno nel piano di intervento integrato di Cascina Merlata UpTown (ne parleremo in un altro articolo), il nuovo piazzale del Cimitero Maggiore è esterno a tale ambito. A fare gli onori di casa è stato l’assessore all’Urbanistica Maran, che ha introdotto entrambe gli appuntamenti virtuali a partire dal piazzale del Cimitero Maggiore.

Il piazzale del Cimitero Maggiore torna agli antichi splendori

Il progetto si inserisce nel disegno più generale di integrazione e ricucitura di questa zona urbana con il resto della città e interviene su parti del territorio oggi degradate e poco definite. L’importo dei lavori si aggira intorno ai 4,5 milioni di euro e prevede la totale sistemazione del piazzale antistante l’ingresso, che in questo modo vedrà il recupero della sua antica e originale impostazione monumentale. I lavori prevedono la sistemazione della pavimentazione, la creazione di una vasta area pedonale, la realizzazione di 160 nuovi posti auto per i visitatori del cimitero, 500 nuovi metri di pista ciclabile che collegherà viale Certosa con via Gallarate, il mantenimento di 230 alberi esistenti e la piantumazione di nuovi 16029 mila metri quadri di aree a verde e due nuove aree cani. Il progetto si compone di sei fasi e prevede anche la sistemazione del tratto di via Jona antistante il cimitero ebraico.

Gara d’appalto europea

Per procedere alla realizzazione delle opere verrà effettuata una gara d’appalto pubblica di tipo europeo, la cui procedura è iniziata lo scorso 7 dicembre. Il termine per la presentazione delle offerte è previsto per il 3 febbraio 2021. In seguito, si terrà la prima seduta pubblica della Commissione di selezione, i cui tempi di lavoro dipenderanno molto dal numero delle offerte presentate: l’avvio della cantierizzazione è comunque ipotizzabile entro il mese di maggio 2021. Il cronoprogramma lavori prevede una durata di 15 mesi e la fine è quindi prevista entro l’estate del 2022.

Per ogni approfondimento è possibile rivedere le presentazioni tenutesi questa mattina attraverso il canale Youtube di EuroMilano.

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


3 thoughts on “Milano | Musocco – Presentata la riqualificazione del piazzale del Cimitero Maggiore

  1. M

    Nella foto 6 denominata “cascina torchiera” allo stato attuale ci sono decine di auto parcheggiate, nel nuovo progetto ci sarnno panchine, ma quelle persone che parcheggiano l’auto, dopo dovranno metterla in tasca e portarla dentro casa? Queste panchine utili a nessuno, visto che nessuno frequenta quel posto se non per portare il cane a fare i bisogni e rientrare, a che servono? Se tutti quesi parcheggi non servissero perche la sera ci sarebbe pieno di auto di abitanti che la sera tornano da lavoro e non vogliono girare mezz’ora per trovare un posto lontano da casa dove parcheggiare, usatelo il cervello che quei parcheggi servono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.