"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Quinto Romano – Al via il cantiere per le torri di via Tòfano

Sgomberate a partire dal 2007, finalmente, dopo 14 anni pare sia stato avviato il cantiere per la demolizione delle due torri di 10 piani presenti in via Tòfano nel distretto di Quinto Romano.

Si tratta di un intervento finalizzato ad incrementare la disponibilità di abitazioni di edilizia sociale di proprietà comunale, che servirà anche a realizzare alloggi destinati ad altre utenze ed altri usi, nell’ottica della diversificazione e dell’integrazione tra differenti tipologie di residenti e, più in generale, di rigenerazione dell’intero quartiere.

Il progetto venne approvato dalla Giunta nel dicembre del 2016. A quanto pare il primo bando che prevedeva demolizione e costruzione è andato deserto e quindi ne è stato fatto un secondo con differente modalità che finalmente ha avuto risposte positive.

La vicenda del complesso di edilizia pubblica di via Tòfano, costituito da tre torri gemelle situate su un medesimo lotto. Le torri, nonostante la recente data di costruzione (1986), negli ultimi anni hanno presentato gravi problemi statici: una (la “C”) è già stata oggetto di un intervento complessivo di ristrutturazione e rinforzo, mentre per le altre due (“A” e “B”) sono previsti lavori di demolizione e successiva ricostruzione.

La prima parte, eseguita mediante un escavatore, si concluderà entro fine settembre, calcolando circa quattro settimane per la demolizione fino a terra di ciascuna torre, cui va aggiunto il tempo per i lavori delle porzioni interrate. La seconda parte dell’intervento, ovvero la ricostruzione, prenderà avvio entro l’anno

Le soluzioni tecnologiche ed impiantistiche adottate permetteranno di avere un complesso edilizio ad alta efficienza energetica; gli stessi materiali saranno scelti tenendo presenti, oltre agli aspetti di efficienza, durata, facilità di manutenzione, anche quelli legati al consumo energetico. Al fine di promuovere la pratica della raccolta differenziata da parte degli abitanti, verrà realizzato, in posizione strategica lungo via Ferrieri, un vano per il deposito dei rifiuti organizzato in modo da rendere efficiente il compito di raccolta e prelievo grazie alla realizzazione di sportelli di scarico dall’esterno per gli abitanti e portone di carico direttamente dalla strada.

Sono molto contento che l’operazione sia finalmente partita – interviene l’assessore alle Politiche sociali e abitative Gabriele Rabaiotti -. È stato un percorso lungo e travagliato, quello delle torri di via Tòfano, che gli abitanti del quartiere attendevano da tempo e che finalmente è arrivato al traguardo finale. La soddisfazione, quindi, è grande, così come la volontà di trasformare un problema – per gli inquilini, per il quartiere e in ultima analisi per la città – in un’opportunità di sviluppo e di deciso miglioramento delle condizioni dell’abitare le case pubbliche a Milano”.  

L’obiettivo dell’Amministrazione è trasformare un complesso di case popolari molto problematico sotto i profili manutentivi e gestionali in uno esemplare dal punto di vista della sostenibilità ambientale, architettonica e sociale, incrementando la disponibilità di abitazioni di proprietà comunale, e realizzando anche alloggi destinati ad altre utenze ed altri usi, nell’ottica della diversificazione e dell’integrazione tra differenti tipologie di residenti e in generale di rigenerazione dell’intero quartiere. 

I due edifici, organizzati in 10 livelli fuori terra, prevedono la medesima composizione dei piani: con la ricostruzione, gli appartamenti passeranno dagli attuali 100 a 118 (59 per ogni edificio), tra cui una decina ai piani terra predisposti per persone con disabilità; a questi se ne aggiungono altri 7 tra alloggi a disposizione per residenze temporanee e spazi per uffici ed associazioni. Le soluzioni tecnologiche ed impiantistiche adottate permetteranno di avere un complesso edilizio ad alta efficienza energetica.  

Il costo complessivo dell’operazione è di circa 23 milioni, ripartiti tra cofinanziamenti ministeriale, regionale e a carico del Comune di Milano. La direzione lavori è affidata a MM, che fa anche da stazione appaltante e coordina la sicurezza.  

Foto: Roberto Arsuffi; Google Streetview

Tag: Quinto Romano, via Tòfano, Quartiere Tòfano, Edilizia Sociale, Demolizioni

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


One thought on “Milano | Quinto Romano – Al via il cantiere per le torri di via Tòfano

  1. Anonimo

    non capisco le torri erano brutte e fatte con materiali scadenti, quindi le demoliscono con tutta la calma di questo mondo e le rifanno uguali?
    Dato che per legge devono essere almeno in classe B non capisco dove sia la miglioria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.