"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Cascina Merlata – Lotto R9 ex Filca: settembre 2021

Prosegue il nostro viaggio nel distretto di Cascina Merlata.

Ci troviamo nel blocco identificato come R9, dove sorse nel 2015 il villaggio Expo.

Ormai quasi completato anche l’edificio rimasto per lungo tempo abbandonato solo con lo scheletro dell’ex Cooperativa Filca, rilevato all’asta nel 2019 dalla società Investire S.G.R. finalmente lo si può ammirare nella sua totale struttura.

Si tratta di un complesso di edilizia convenzionata formato da tre edifici, di cui uno di nove piani e gli altri di 5.

L’edificio è abbastanza dignitoso anche se non spicca per originalità. Anche qui la moda degli ultimi anni ha colpito la creatività dell’architettura, ovvero i balconi a loggia, ma almeno in questo caso le finestre sono state disposte in linea.

Referenze fotografiche: Roberto Arsuffi

Tag: Milano, Cascina Merlata, Uptown, East Uptown, Città Contemporanea, via Daimler, Via Pier Paolo Pasolini, Studio Scandurra,  Antonio Citterio e Patricia Viel

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


5 thoughts on “Milano | Cascina Merlata – Lotto R9 ex Filca: settembre 2021

  1. Ale

    Ma quanto è brutto il progetto Merlata? Un labirinto di palazzoni che culmina in un centro commerciale. Aver messo una striscia di verde in mezzo non salverà dal senso di soffocamento da cemento.

    Si salva solo il recupero di Csscna Merlata, quello è venuto bene e funziona.

  2. Si Tav

    Concordo coi 2 commenti qui sopra.
    Occasione persa per creare qualcosa di bello dal punto di vista architettonico.
    Palazzoni orrendi in stile sovietico, uno appiccicato all’altro. Spero che chi ci andrà ad abitare non russi la notte, perché con le sue sinfonie manterrà svegli tutti i vicini.
    Che razza di architetti incapaci

  3. Anonimo

    Occasione sprecata. Progetto orripilante con palazzoni osceni completamente slegati l’uno dall’altro che, tra l’altro, invecchieranno precocemente e male.
    Praticamente Gratosoglio 2.0, chapeau.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.