"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | San Cristoforo – Residenze Via Savona 105

In via Savona 105, nel distretto di San Cristoforo/Lorenteggio, al posto dei vecchi uffici ex Osram, abbandonati da anni e in forte degrado, sorgerà il nuovo complesso di Savona105, promosso da Abitare In.

Gli edifici sono due, uno fronte strada e uno interno. Per ora pare sia promosso solo l’edificio interno formato da un palazzo a L di 8 piani dove però agli angoli si trovano due torri di 16 piani. Naturalmente tra i due palazzi ci sarà una corte interna e un giardino.

Qui di seguito l’area come appare attualmente, ancora occupata dal vecchio edificio ex Osram.

Referenze fotografiche: Abitare In

Tag: San Cristoforo, Lorenteggio, Giambellino, via Savona, Residenziale

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Con l’affermarsi dei Social Network, che richiedono sempre una maggiore velocità di aggiornamento, Urbanfile è stato affiancato da un blog che giornalmente segue la vita di Milano e di altre città italiane raccontandone pregi, difetti e aggiungendo di tanto in tanto alcuni spunti di proposta e riflessione.


12 thoughts on “Milano | San Cristoforo – Residenze Via Savona 105

  1. Anonymous

    Progetto assurdo aver previsto due stecche da 16 piani e due da 8 piani, più uno studentato fronte strada, in uno spazio davvero risicato (il parco che attualmente costeggia Via Savona 101 / 103 verrà prolungato fino all’edificio successivo).
    Farà esplodere la via Vignoli e renderà la zona più invivibile a lato parcheggi perché molte auto finiranno in strada dove spazio per le auto già manca gravemente e ci sono un mucchio di parcheggi irregolari.

    1. R. Bitter L.A. Gantz Yaroom

      I parcheggi a lato strada gratis sono finiti. L’occupazione di suolo pubblico va pagata, dove c’è spazio, e non è un diritto, dove non c’è spazio. Le nuove costruzioni per legge hanno almeno 1 posto auto per appartamento, la seconda macchina non è un diritto. Le auto costano di acquisto, imposte e bolli, manutenzione, e va messo in conto anche il costo di occupazione di suolo, privato o pubblico.
      Basta con questa retorica di “e le macchine dove le mettiamo?”.

    2. Marco

      Ma ci sono delle novità/ avete qualche informazioni sul progetto dello studentato? Tempi di realizzazione? Dimensioni? ci saranno anche attività commerciali?

      Grazie

  2. Anonimo

    Infatti le altre 3 oltre che essere orribili, hanno già creato un impatto sulla via che basta e avanza….
    Comunque le torri sono in via vignoli, il disegno è sbagliato

    1. Anonimo

      Le torri sono solo la ciliegina sulla torta.
      Nell’arco di neanche 500 metri stanno costruendo al 138, al 120, al 134 e il B40 in via Bruzzesi.

      Meno male che (quando si facevano le cose con la testa) in via Tolstoj han fatto 10 anni fa un moderno parcheggio sotterraneo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.