"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Centrale – Magazzini raccordati, un futuro all’insegna dell’architettura e del design

Da un lato creare un nuovo distretto legato al mondo dell’architettura e del design in città, dall’altro contribuire alla rigenerazione dell’area attorno alla Stazione Centrale, recuperando contestualmente un manufatto di pregio degli anni ‘30.  
Con questi obiettivi la Giunta ha valutato l’interesse pubblico e generale relativo al progetto di recupero e rifunzionalizzazione dei Magazzini Raccordati. Grandi Stazioni Retail, locataria degli spazi di proprietà di Rete Ferroviaria Italiana, ha presentato il progetto.
  
Il progetto prevede il recupero architettonico degli ex depositi ferroviari di via Sammartini attraverso un intervento di risanamento conservativo, nel rispetto del vincolo di tutela e dell’autorizzazione che sarà rilasciata dalla Sovrintendenza. A completamento dell’offerta, Grandi Stazioni Retail, che realizzerà e gestirà i servizi, prevede l’insediamento di servizi di interesse pubblico: una biblioteca, spazi didattico-espositivi e laboratori, oltre che spazi di coworking, ristorazione, funzioni terziarie e commerciali.   
 
La rigenerazione dei Magazzini, molto attesa dai cittadini e le associazioni di quartiere, potrà garantire un beneficio diretto su tutta la zona. Ad esempio ciò è avvenuto in piazza Luigi Di Savoia con la realizzazione del Giardino delle bambine e dei bambini di tutto il mondo, l’ampliamento dei marciapiedi e l’apertura di alcune attività commerciali; in piazza IV Novembre con il recente arrivo del Mercato Centrale, e in piazza Duca D’Aosta, riqualificata nell’ambito del progetto SeminiAmo. Oltre alla riqualificazione di via Sammartini, il recupero dei Magazzini attirerà infatti in zona Centrale numerosi professionisti e studenti che garantiranno un nuovo presidio di socialità e genereranno un indotto importante per tutte le aree limitrofe, contribuendo alla loro rivalutazione.

Qui di seguito i rendering diffusi qualche anno fa che possono dare una suggestione di come potranno apparire i magazzini una volta ultimati i lavori.

Referenze fotografiche: Roberto Arsuffi

Stazione Centrale, Centrale, Greco, Nolo, Arredo Urbano, Magazzini Raccordati, Commercio

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Con l’affermarsi dei Social Network, che richiedono sempre una maggiore velocità di aggiornamento, Urbanfile è stato affiancato da un blog che giornalmente segue la vita di Milano e di altre città italiane raccontandone pregi, difetti e aggiungendo di tanto in tanto alcuni spunti di proposta e riflessione.


14 thoughts on “Milano | Centrale – Magazzini raccordati, un futuro all’insegna dell’architettura e del design

  1. Marcello

    Quindi? Si faranno? Già nel 2018 veniva annunciato questo progetto. C’è una data? C’è stato qualche via libera? È stato sbloccato qualcosa?
    Io abito lì davanti e sono anni che aspetto qualche notizia in merito.

    1. Anonimo

      Nei vecchi disegni presentati anni fa, tra cui questi che vedi oggi, c’erano 600 posti macchina sotterranei ce portavano direttamente ai binari.

  2. Wf

    Mi sembra che vi sia ancora troppo spazio per le auto.

    Vedo strade ma le zone pedonali???

    Come fanno ad aprire i negozi davanti a strade automobilistiche??

    Bho!
    Così fallisce ancora prima di inizare.

  3. Anonimo delle nove

    Questi render girano dal 2016 (cercate riqualificazione magazzini raccordati su google e vi esce un articolo del con gli stessi render). Di questo progetto di riqualificazione se ne parla ancora da prima. Il comunque ha più volte manifestato l’interesse ma non è ancora successo niente. Non capisco il senso di questo articolo, è cambiato qualcosa? A me sembra che vengano ripetute le stesso cose di cinque anni fa. Non lo hanno realizzato all’epoca, non lo faranno adesso.
    È un enorme peccato, la zona potrebbe diventare un gioiello come Hackescher Markt a Berlino.

    1. nando

      Non capisco il senso di questo articolo..
      Ci sono le elezioni e urban file fa la sua parte..
      la zona potrebbe diventare un gioiello come Hackescher Markt a Berlino.
      si ciao, guarda il rendering

  4. Anonimo

    Si chiama propaganda 5 anni che girano lì stessi render, e non è ancora partito nulla facciamoci due domande, propaganda alla stato puro come altri progetti che sono stati presentati anni anni fa e sono ancora su carta

  5. Anonimo

    Aspettiamo anche la riqualificazione di via Vittor Pisani, prima via percorsa da tanti turisti che raggiungono il centro dalla stazione, oggi lasciata nella più totale sciatteria tra piante in vaso mai bagnate e prese di mira dai taggari e senzatetto lasciati al loro destino con conseguente problema a livello di degrado. Pessimo biglietto da visita e basterebbe poco per cambiare radicalmente le cose. Tante parole e promesse ma in cinque anni non è stato fatto nulla da questa giunta che si occupa solo del centro storico. Se Bernardo è a quelle percentuali nonostante la sua evidente debolezza politica bisognerebbe farsi delle domande…

  6. Claudio

    Tutti lo speriamo davvero moltissimo,per ora sono anni di parole ma confidiamo nella buona volontà. Probabilmente sì sono accorti , aprendo il Mercato Centrale che c’è una buona risposta, e sarebbe davvero sprecato lasciare questi bellissimi spazi in balia del degrado. È un bel quartiere ma è stato trascurato per anni . Ora con l’espansione della città e’ normale che le zone cosiddette centrali assumano rielievo e importanza. In bocca al lupo per i lavori e speriamo inizino presto!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.