"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Barona – Cantiere Skydrop Famagosta: novembre 2021

Nuovo aggiornamento dal cantiere del nuovo grattacielino in costruzione a pochi metri dalla stazione M2 Famagosta nel distretto della Barona.

Si tratta del nuovo complesso per uffici The Skydrop (goccia di cielo), progettato da PRP Architettura e promosso da Real Estate Center – società del Gruppo Carfin 92.

LA situazione a metà novembre, come si può notare, è la seguente: proseguono le gettate per le fondamenta e nel frattempo è in fa se di montaggio la seconda gru utile per la costruzione della torre per uffici di circa 100m per 25 piani.

Referenze fotografiche: Duepiedisbagliati, Carfin 92, PRP architettura, mi3max

Barona, Moncucco, Famagosta, PRP architettura, via Giovanni Palatucci, Grattacielo, Real Estate Center – società del Gruppo Carfin 92

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


One thought on “Milano | Barona – Cantiere Skydrop Famagosta: novembre 2021

  1. Axel

    Io vivo a pochissima distanza dall’area del cantiere e, bello o brutto non è il motivo del mio commento. Mi baso su 4 aspetti:
    1) il sindaco rieletto aveva comunicato “stop a grattacieli, pensare ad alloggi per famiglie giovani o in difficoltà”. Dopo di che sono state confermate nuove edificazioni per una ventina di grattacieli …
    2) ad agosto, poco distante, è bruciata la Torre dei Moro, ma forse l’esempio non è servito …
    3) quell’area che ora comprende uno store esselunga su 2 piani, la fermata M2 Famagosta, questa nuova torre, ed il recupero modernizzato di un’altra torre di Giò Ponti, fino a 25 anni fa era un campo di grano ed area verde. Da lì (Famagosta) scendendo per i quartieri Sant’Ambrogio 1 e 2 finiva la città ed era tutta agricoltura con cascine attive. Tutta area inclusa nel parco agricolo sud Milano, tanto citato per la sua protezione. Sono nati i quartieri Cascina Bianca e Teramo (orribili a vedersi ed abitarci), relativo consumo di suolo agricolo e verde e le conseguenze. Alcuni mesi fa era stato proposto il progetto per realizzare il nuovo ospedale Santi Paolo e Carlo ma non si è fatto nulla perchè – tira e molla e proteste varie – hanno vinto i difensori del verde. Ma questi difensori del verde dov’erano quando sono state versate infinite tonnellate di cemento ?
    4) il motivo per cui si realizzano continuamente uffici a Milano, quando tutto è orientato su smart working e shop online non lo capisco …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.