"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Bullona – Cantieri in zona: dicembre 2021

Un giretto per cantieri nel distretto della Bullona realizzato in questi giorni, dove abbiamo raccolto un po’ di foto. Molti piccoli cantieri, ma anche qualche grande intervento, come quello di via Principe Eugenio, quasi in piazza Caneva.

Intanto iniziamo da via Principe Eugenio 13, dove, dopo la demolizione della vecchia palazzina anni Trenta, si sta procedendo a realizzare un nuovo edificio residenziale.

Vicino si trova, verso piazza Caneva, appunto il grande complesso delle Residenze Princype, progettato dallo Studio Marco Piva. Cantiere giunto al tetto.

Proseguiamo il nostro cammino e raggiungiamo il piccolo cantiere di via Chieti 8, dove il nuovo edificio residenziale è ormai a buon punto.

Referenze immagini: Roberto Arsuffi; Duepiedisbagliati

Bullona, via Principe Eugenio, piazza Caneva, Via Bullona, via Piero della Francesca, via Chieti, Piazza Gerusalemme, via Mussi, Sempione, Via Lomazzo, via Cenisio

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Con l’affermarsi dei Social Network, che richiedono sempre una maggiore velocità di aggiornamento, Urbanfile è stato affiancato da un blog che giornalmente segue la vita di Milano e di altre città italiane raccontandone pregi, difetti e aggiungendo di tanto in tanto alcuni spunti di proposta e riflessione.


4 thoughts on “Milano | Bullona – Cantieri in zona: dicembre 2021

  1. vaca de legn

    Via Chieti 8 è da denuncia all’ordine degli architetti. meglio edificio precedente.
    ma tanto so che non mi pubblicate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.