"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Porta Romana – Villaggio Olimpico: 21 febbraio 2022

Aggiornamento di ieri 20 febbraio 2022 dal sito per il cantiere del futuro Villaggio Olimpico in costruzione nell’ex Scalo di Porta Romana sul lato di via Ripamonti. 

Proseguono a gran ritmo le bonifiche del sito. Qui l’articolo precedente di 10 giorni fa.

Ormai quasi demolita anche la palazzina anni Cinquanta al 3 di Via Giovanni Lorenzini. Mentre proseguono le bonifiche agli edifici delle vecchie officine dei treni, che saranno preservati e integrati nel progetto del villaggio Olimpico. Qui link al Masterplan di Scalo Romana.

Per ora il resto del sito dell’ex-scalo di Porta Romana è stato cintato dopo le grandi bonifiche.

Referenze fotografiche: Roberto Arsuffi

Villaggio Olimpico, Milano 2026, Olimpiadi Invernali 2026, Scalo Romana, Porta Romana, Park Associati

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Con l’affermarsi dei Social Network, che richiedono sempre una maggiore velocità di aggiornamento, Urbanfile è stato affiancato da un blog che giornalmente segue la vita di Milano e di altre città italiane raccontandone pregi, difetti e aggiungendo di tanto in tanto alcuni spunti di proposta e riflessione.


3 thoughts on “Milano | Porta Romana – Villaggio Olimpico: 21 febbraio 2022

  1. GianB

    vista la visibilità che avrà fin dall’apertura, cercherei di piantare gli alberi il prima possibile e non aspettare la settimana prima dell’inaugurazione. Questo ovviamente nelle posizioni in cui non impediscano la continuazione dei lavori, per avere già degli alberti forti e non degli spelacchi.

  2. Paolo

    Ma della modifica del tracciato ferroviario, non se ne parla più? Farà la fine del “collegamento” m3-m4? Se non si inizia anche quel lavoro in questi tempi, rimarrà tutto in sospeso sino al dopo-Olimpiadi: collinetta, tunnel, passeggiata pensile?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.