"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Porta Garibaldi – Rinnovo per gli spazi commerciali della stazione Garibaldi: settembre 2022

Partiti da oltre un anno i lavori di riqualificazione degli spazi commerciali della stazione ferroviaria di Milano Porta Garibaldi che guarda verso Corso Como e il podio di Piazza Gae Aulenti. Nel maggio scorso era stato inaugurato il grande digital wall (360 mq, il più grande d’Italia e il secondo in Europa dopo quello presente in Piccadilly Circus a Londra) che campeggia sull’angolo della pensilina della stazione.

Mentre siamo ancora in attesa dei tanto sperati lavori di riqualificazione di piazza Freud, il parcheggio alquanto orrendo che si trova tra la stazione e viale Sturzo, il cantiere all’interno degli spazi commerciali della stazione è giunto a buon punto.

Si tratta di un’importante riqualificazione all’interno della stazione che porterà a inaugurare una nuova area ristorazione o come si usa oggi, una food hall di 1800 mq che è realizzata dalla Chef Express del Gruppo Cremonini.

Al suo interno troveranno spazio 5 nuovi locali, attingendo al portafoglio di brand top del gruppo. Nello specifico, per garantire la massima varietà di offerta, verrà aperta una steakhouse Roadhouse Restaurant, uno spazio fast casual Billy Tacos ispirato alla cucina messicana, un bar caffetteria Panella (storico brand romano di panetteria e pasticceria), un ristorante fusion Wagamama, e un McDonald’s

Referenze immagini: Roberto Arsuffi, Duepiedisbagliati

Porta Garibaldi, Stazione Milano Porta Garibaldi, Garibaldi, Riqualificazione,

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Con l’affermarsi dei Social Network, che richiedono sempre una maggiore velocità di aggiornamento, Urbanfile è stato affiancato da un blog che giornalmente segue la vita di Milano e di altre città italiane raccontandone pregi, difetti e aggiungendo di tanto in tanto alcuni spunti di proposta e riflessione.


19 thoughts on “Milano | Porta Garibaldi – Rinnovo per gli spazi commerciali della stazione Garibaldi: settembre 2022

  1. Ing. Savelletri

    Garibaldi è veramente una delle stazioni visivamente più brutte del mondo.

    Non dico che tutte le stazioni devono essere Gare de Liège-Guillemins o la stazione centrale di Anversa.

    Ma perlomeno una stazione dovrebbe avere una forma architettonica riconoscibile, non essere un insieme informe di cubi pensiline e schermi luminosi.

    1. Anonimo

      Pensa che ai suoi tempi fu considerata un capolavoro ed è pure vincolata dalla Soprintendenza.

      Forse basterebbe un bel recladding con materiali meno effetto-prefabbricato per ridarle un po’ di dignità.

      In ogni caso, finché non si sistema l’esterno, riconnettendola a piazza Garibaldi Aulenti, non diventerà mai una destinazione commerciale appetibile, per quanto ristrutturino l’interno

    2. Giorgio

      La stazione dovrebbe essere spostata in Bovisasca e li collegata con una metro leggera a Garibaldi , il resto dovrebbe essere tutto parco , con lo spostamento della viabilità dietro al cimitero monumentale creando un altra piazza pedonale davanti

  2. Giusva62

    Qualcuno la paragona alla Neue Nationalgalerie di Berlino, che personalmente non amo, ma là la mano di Mies van der Rohe almeno gli dà un aspetto coerente, la stazione Garibaldi ha sempre un che di provvisorio e raffazzonato

  3. Anonimo

    Quanto sono anacronistici ormai i parcheggi in superficie in città.

    Tutto quello spazio potrebbe essere occupato da verde e da persone, invece è sprecato inutilmente.

      1. Ale

        No, i taxi vanno aumentati aumentando le licenze, così i prezzi (spropositati) di oggi calano e iniziamo ad usarli più spesso lasciando a casa l’auto… e così servono meno parcheggi.

  4. Wf

    È lo spazio (o non-spazio) esterno a fare cagare di questa stazione.

    Semplicemente non esiste.

    Sembra il retro abbandonato della stazione di Rogoredo.

    Con effetto pasoliniano di periferia abbandonata.

    Un bel progetto di restyling per tutto il piazzale antistante , riconnettendo anche con un bel passaggio sotto strada al lato gae aulenti, risolverebbe questo buco nero incompleto della città

    Ai poster l’ardua sentenza

  5. Anonimo

    Mi unisco al coro…. la stazione sarà anche sotto vincolo, ma è assolutamente deturpante rispetto al contesto che è stato creato intorno. Assurdo che non si possa intervenire.
    Aggiungo che sarebbe interessante immaginare una connessione pedonale in quota direttamente tra piazza aulenti e cavalcavia bussa a fianco della stazione, che darebbe senz’altro un’immagine più completa di tutta l’area

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.