"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Torino | Crocetta – Banca Sella trasforma l’immobile ex Juventus FC

Molti tifosi juventini non l’avranno presa bene: sta di fatto che sono ufficialmente in corso i lavori per trasformare l’edificio che ha ospitato per 16 anni la sede della Juventus FC, dal 2002 al 2018, e che presto diventerà la nuova e tecnologica sede di Banca Sella. Si parla dell’edificio che sorge tra C.so Galileo Ferraris e C.so Stati Uniti, nel verdeggiante quartiere Crocetta, costruito negli anni 50 con il caratteristico colore giallo delle facciate in pietra. Grazie al Progetto proposto da Carlo Ratti Associati darà non solo una nuova sede alla banca piemontese, ma contribuirà a creare un nuovo hub urbano nella zona: l’edificio, infatti, ospiterà anche uno spazio pubblico di co-working, una caffetteria e una nuova area aperta alla Città, per accogliere iniziative pubbliche della collettività.

Le modifiche saranno anche di tipo strutturale: verranno demoliti parte dei balconi (dai quali si affacciavano i giocatori per salutare i tifosi) e le terrazze saranno quasi interamente vetrate. Inoltre ci sarà un aumento di volume grazie all’ampliamento di quasi 400 mq che porterà la superficie complessiva fino a 2.800 mq. La sfida del gruppo di progettazione guidato da Carlo Ratti, però, non si è limitata solo ad un intervento strutturale su un’opera di notevole carattere storico: CRA ha voluto donare all’edificio alcune soluzioni tecnologiche uniche, permettendogli di ribattezzare il progetto Open Innovation Center.

Tra queste, alcune sono state ispirate dalla recente crisi sanitaria mondiale e prevedono, ad esempio, la
possibilità di sanificare le scrivanie e le aree comuni con luce UV-C, nonché gestire in modo intelligente la circolazione dell’aria pulita negli spazi interni. Una “smart window”, quindi, con vetri di facciata altamente tecnologici in grado di assicurare la corretta illuminazione dei locali, garantendo la giusta schermatura solare e servendo, tramite l’uso dei raggi UV, anche a scopi igienici. E non è tutto: la smart window gestirà in autonomia il corretto ricambio d’aria, riducendolo al minimo indispensabile, ma garantendo la continua circolazione di aria dentro-fuori che limita la diffusione di microorganismi e migliora l’efficienza energetica dell’edificio. Inoltre, verranno impiegati sistemi di analisi dell’occupazione dei locali, da parte degli utenti, al fine di ottimizzare l’uso delle scrivanie – infatti la stessa potrà essere usata da diversi utenti in tempi diversi.

Per garantire il successo della realizzazione di un così importante esperimento tecnologico e urbano, l’ Immobiliare Lanificio Maurizio Sella – società facente parte del Gruppo Sella e proprietaria dell’immobile – ha affidato i lavori di ricostruzione a uno dei principali player del settore edile in Piemonte e in nord Italia: l’Impresa Cogefa SpA che si adopererà per garantire l’apertura dell’hub urbano entro il 2023. E noi, da amanti della bella e buona Architettura, non vediamo l’ora!

Cliente: Banca Sella (Biella)
Architetto: Carlo Ratti Associati (Torino)
Ingegnere: Inge MBP (Torino)
Costruttore: Cogefa SpA (Torino)

Nuova Banca Sella3 di 2Francesco Gullace – 21.10.2022

Photo-Credit (renders): Carlo Ratti Associati (Torino)
Photo-Credit (cantiere): Francesco Gullace

Francesco Gullace
Ingegnere Edile appassionato di Architettura e Ingegneria e operante nel settore delle
Costruzioni, sia in Italia che all’estero.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Ingegnere Edile appassionato di Architettura e Ingegneria e operante nel settore delle Costruzioni, sia in Italia che all’estero.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.