Milano | Porta Genova – Rinnovo binari in Corso Colombo e nel piazzale della stazione: fine maggio 2024

Milano Porta Genova. Aggiornamento dal cantiere per il rinnovo dell’armamento tranviario sito in piazzale della Stazione di Porta Genova e un tratto di Corso Cristoforo Colombo. Cantiere partito lunedì 22 Aprile. Questo cantiere rientra nel piano annuale di manutenzione straordinaria degli armamenti tranviari, con un investimento di circa 12 milioni di euro da parte del Comune di Milano.

Le infrastrutture esistenti verranno rimosse, i circa 400 metri di binari in corso Colombo e 200 metri nel piazzale Stazione di Porta Genova, per essere sostituite con nuove strutture più moderne.

Sarà anche sostituito l’attuale fondo in pietrisco con nuove platee di cemento armato. Anche il manto stradale, infine, verrà rimosso e sostituito.

Il traffico veicolare lungo corso Colombo, nel corso dei lavori, come si è visto, è stato interdetto dall’intersezione con viale Coni Zugna e viale Gorizia fino al completamento previsto per il 29 giugno, con accesso consentito solo ai residenti.

Al link i dettagli delle modifiche delle linee ATM.

Qui di seguito alcune immagini dal cantiere dopo più di un mese dall’inizio dei lavori.

  • Referenze immagini: Roberto Arsuffi; Valter Repossi
  • Porta Genova, COrso Cristoforo Colombo, Binari, ATM, Tram, Rotaie, Armamento tranviario
Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

3 commenti su “Milano | Porta Genova – Rinnovo binari in Corso Colombo e nel piazzale della stazione: fine maggio 2024”

  1. L’eliminazione del lastricato in favore del cemento è simbolo del degrado culturale e architettonico in cui versa Milano e le sue amministrazioni. La scelta dei materiali adottati nelle sistemazioni urbanistiche degli ultimi 15 anni è davvero scadente, tra cemento al posto dei lastrici e orribile granito al posto dei classici ed eterni serizzi per i cordoli. Il granito si sporca subito per l’ossido di ferro delle rotaie. Vedi ciclabili di corso Sempione o piazzale Santorre di Santarosa, appena terminati e già inguardabili

    Rispondi

Lascia un commento