Milano | Lorenteggio+Ronchetto – Cantiere nuovo ponte ciclopedonale Naviglio-Tirana: montata la rampa Martinelli

Milano Ronchetto e Lorenteggio. Il 17 giugno scorso abbiamo visto la prima trave montata del ponte/passerella ciclopedonale che collegherà piazza Tirana e il Lorenteggio all’area di Ronchetto sul Naviglio, attraversando sia la ferrovia, sia il Naviglio Grande e sia la via Lodovico il Moro, unendo i due territori separati da secoli, consentendo anche un facile accesso alla nuova stazione M4 San Cristoforo.

La passerella, progettata dallo studio AOUMM, avrà la forma di un nastro sinuoso caratterizzato anche da una rampa elicoidale che consentirà agli abitanti di Ronchetto sul Naviglio e di tutta l’area di via Lodovico il Moro di prendere la nuova metropolitana M4 San Cristoforo, unendosi anche al Lorenteggio e via Giambellino. La struttura sarà accessibile a tutti e sarà sostenuta da pilastri d’acciaio rivestiti, ciascuno diverso per colore, forma e finitura, in omaggio a celebri architetti milanesi come Aldo Rossi, Angelo Mangiarotti, Gae Aulenti, Giò Ponti, Franco Albini e Alessandro Mendini.

Qui di seguito alcune foto dalla parte di Ronchetto e di via Lodovico il Moro. Come si nota dalle foto, nella torre ascensori della sponda sinistra del Naviglio, sono state montate le porte ascensori.

Mentre sul lato opposto, è stata montata la rampa che proviene da via Martinelli, pronta per venire collegata dal nuovo ponte.

Saltiamo ora in piazza Tirana al Lorenteggio, dove per ora la situazione è rimasta pressappoco invariata.

  • Referenze immagini: Roberto Arsuffi; Comune di Milano,
  • M4, Ronchetto sul Naviglio, San Cristoforo, Lorenteggio, Naviglio Grande, Via Lodovico il Moro, Via Martinelli, Passerella Ciclopedonale, piazza Tirana, studio AOUMM, OMA, Laboratorio Permanente
Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

11 commenti su “Milano | Lorenteggio+Ronchetto – Cantiere nuovo ponte ciclopedonale Naviglio-Tirana: montata la rampa Martinelli”

    • Concordo. Diventerà in poco tempo uno schifo totale. Imbrattato, sporco, scarabocchio. Progetto meno qualificante non avrebbero potuto sceglierlo. Ma come è possibile che abbia vinto il bando gara? La zona sarà ulteriormente dequalificata. Che tristezza!

      Rispondi
  1. Molto molto molto scettico. Avranno pensato a come mantenerla non dico pulita (impossibile) ma almeno decorosa? E quei parapetti alti e pieni cosa potranno nascondere alla vista di chi sta sotto?

    Bho io davvero non capisco perché chi progetta non viaggia. Nessuno dei progettisti di sta robaccia è mai stato nemneno per sbaglio in Olanda? Non ha mai visto come fanno loro i ponti e le passerelle ciclabili? Io non le ho mai viste strutture piene, così pesanti e allo stesso tempo delicatissime da mantenere.

    Rispondi
  2. La struttura in carpenteria metallica è interessante sarebbe stata una scelta intelligente mettere un bel grigliato per proteggere i due lati e lasciare la struttura a vista In questo modo si ottiene anche a vantaggio di non avere lavagne volanti perfette per L’EGO dei vandali graffitari

    Rispondi
  3. Architettonicamente è indubbiamente brutto e non è nemmeno necessario uscire dal paese per prenderne atto.
    L’inutile complessità, nonché
    la posizione e la lunghezza renderanno scomodo e difficoltoso l’accesso e l’attraversamento anche in virtù del traffico e delle ristrette vie di accesso limitrofe alla stazione.
    Confondere una stazione metropolitana con un luogo di attrazione turistica farà perdere tempo a tutti: il Comune per il mantenimento del verde annesso e l’utente normale (circa il 90% delle persone) che dovranno attraversare il parco quotidianamente in fretta e furia senza nemmeno poter contemplare la “scomodità del manufatto”…

    Rispondi
  4. Fin dall’inizio dei lavori mi è sembrato un progetto mastodontico rispetto ai fruitori (cicli e pedoni) ma finché non è finito è difficile capire appieno. Probabilmente le coperture totali verranno rimosse per non trasformare il tutto in un canyon sopraelevato. Di certo la manutenzione sarà complessa… Speriamo bene anche perche abito in piazza da quasi settant’anni e per il momento la preferivo prima, ma molto prima, da quando non c’era neanche la fontana. Ma le cose cambiano… non sempre in peggio.
    Oriano

    Rispondi
  5. Braviiiiiiii- pensata x i giovani e per chi ha le gambe buone – gli anziani ??? noi di Buccinasco abbiamo ora anziché la vista del verde precedente, tutto il rimessaggio – ( non si poteva prevedere come in quasi tutte le rimesse MM, anche un ingresso in metropolitana che avrebbe oltretutto evitato migliaia di ingressi d’auto a Milano ), dopo aver sopportato x 10 anni, disagi e lavori andremo in auto a inquinare Milano a prendere multe, a pagare parcheggi ecc.ecc.
    Veramente bravi – complimenti x il progetto – faremo delle belle foto fra massimo 5 anni … 😱

    Rispondi
  6. Anche a me pare molto brutto. Ricorda la struttura del cavalcavia Giordani, distante meno di un km lungo il Naviglio. Forse lo fanno così proprio per omogeneità.
    Pensare che, proseguendo sul Naviglio per solo un altro km, si arriva a Corsico, dove hanno fatto sul Naviglio il cavalcavia ciclabile del parco Pozzi. Quella sì che è una struttura leggera ed essenziale. Forse proprio per questo, risulta anche bella. Ma replicare le cose fatte bene, in Italia, figuriamoci! Accontentiamoci (almeno voi, perché io me ne sono andato all’estero) che facciano quanto promesso. Non era scontato!

    Rispondi

Lascia un commento