"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Quarto Cagnino – Sant’Elena, antica e moderna allo stesso tempo

2014-09-28_quarto_cagnino_sant_elena_1

La graziosa chiesa moderna di Sant’Elena a Quarto Cagnino è opera dell’Architetto Michele Marelli. Fu edificata per onorare il IV centenario della nascita di San Carlo Borromeo e dedicata a Sant’Elena. Ha sostituito la vecchia chiesa di San Giovanni Decollato che si trovava nel centro del piccolo borgo agricolo che era Quarto Cagnino fino all’inizio del secolo. Si trattava di una modesta chiesa con campanile, costruita probabilmente nel XVIII Secolo e si trovava a metà della via Fratelli Zoia (61). Durante la Seconda Guerra Mondiale venne incendiata a causa di uno spezzone incendiario lanciato durante i bombardieri inglesi avvenuti nell’agosto ’43, successivamente demolita completamente.

A cavallo tra il XIX e il XX secolo si muovono i passi per rendere i fedeli di Quarto Cagnino indipendenti dalla parrocchia di Trenno. La costruzione della nuova e imponente chiesa di Sant’Elena ne agevola il distacco e permette la creazione di una nuova parrocchia in un territorio che ormai si sta sempre più urbanizzando. Progettata dall’architetto Michele Marelli, vede i lavori iniziare nella primavera del 1938 per terminare nel giugno dell’anno successivo.

L’inaugurazione dell’edificio, alla presenza della Regina Elena e del Cardinale Schuster, avviene il 17 giugno 1939 e la sua consacrazione esattamente una settimana dopo.

L’esterno della nuova chiesa è in mattoni pieni, come buona parte delle chiese costruite negli anni Trenta. La facciata sobria presenta un arco centrale che rimarca il portone principale al centro mentre ai due lati si trovano le entrate laterali. Il tutto sormontato dalle celle campanarie nascoste da una serie di archetti a sesto acuto. L’interno è molto suggestivo, suddiviso in tre navate da una serie di archetti in cemento armato che reggono la volta a crociere. Sul lato sinistro si trova la cappella con battistero, tutta affrescata. Sul lato sinistro si trova un altare con due tele e una statua in gesso della madonna. Le tele sono antiche, forse provenienti dalla chiesa demolita. La costruzione è molto bella e suggestiva regalandoci una sensazione di calore (dato dal mattone) antico e moderno allo stesso tempo.

2014-09-28_quarto_cagnino_sant_elena_2 2014-09-28_quarto_cagnino_sant_elena_3 2014-09-28_quarto_cagnino_sant_elena_4 2014-09-28_quarto_cagnino_sant_elena_5

 

Alcune immagini della chiesa si San Giovanni Battista decollato a Quarto Cagnino

quarto-cagnino-chiesa-san-giovanni-battista-esterno quarto-cagnino-chiesa-san-giovanni-battista-interno
una-vecchia-foto-della-chiesa-san-giovanni-battista-decollato-a-quarto-cagnino

E alcune immagini della nuova chiesa appena completata

quarto-cagnino-sant-elena-negli-anni-40 quarto-cagnino-sant-elena-nel-1940




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Appassionato di architettura, urbanistica, trasporti e politiche del territorio. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile.org una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Lavora nell'amministrazione immobiliare in Ceigecond


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.