"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Passante Ferroviario Palermo: Stazione Vespri



La linea ferroviaria metropolitana che percorrerà da Roccella all’aeroporto di Punta Raisi , per uno sviluppo complessivo di 30 km, attraversando il territorio di 5 comuni. Fungerà quindi da collegamento suburbano tra la città, in quanto vi saranno in tutto 17 stazioni e 22 fermate, e l’ammontare complessivo delle tre tratte in cui è stato diviso l’appalto (A-B-C) è oltre il miliardo di euro.
Si passerà da una linea in gran parte in trincea o a raso con binario unico ad una linea a doppio binario sotterranea e con sistemi di controllo del movimento treni molto avanzati.
La stazione Vespri è quindi una fermata lungo la nuova linea ferroviaria metropolitana, una sorta di linea S, lungo la vecchia linea Palermo-Trapani, facente parte di un ampio progetto di raddoppio, rinnovamento e potenziamento del passante ferroviario urbano.
La fermata  è una delle prime riaperte con i lavori nella tratta A in quanto prima esisteva ma era a raso e molto  piccola. Essa prende il nome dai famosi avvenimenti dei Vespri Siciliani del XII secolo, ricordati anche dalla limitrofa via del Vespro.
.


L’area in cui sorge la stazione Vespri è importante per due punti di vista: perché serve un’area densa di servizi ed attrezzature quali Policlinico universitario, Ospedale Civico, Campo Santo e gran parte del quartiere Oreto.


 In secondo luogo perché con l’interramento della ferrovia prima in trincea ed a raso si è creato un nuovo collegamento carrabile e pedonale tra piazza Indipendenza e via Oreto.

La nuova strada, via Lodato per la precisione, costituisce una nuova opera urbanistica che assieme ad altre opere collaterali tra cui parcheggi, nuova viabilità ed aree verdi costituisce uno degli interventi del passante ferroviario.

Sulla destra locali stazione Vespri aperti


La stazione Vespri risulta aperta da inizio Gennaio 2012 solo per metà, ovvero il binario 1 direzione Messina/Palermo C.le.
L’accessibilità è data da una rampa di scale e da un ascensore ancora non operativo.
Come si evince dalle foto non ha la pretesa di essere una fermata con inserimento di arte o con finiture interessanti.
L’esterno è caratterizzato dai due vani ascensore recintati da dei pannelli traforati in metallo.

Ingresso binario 1
Binario 1 a destra


Vista la poca profondità dei binari, sotterrati con la tecnica del cut and cover, per passare da un binario all’altro è previsto solo un passaggio esterno per i  viaggiatori.
E’ plausibile la totale apertura della fermata entro la primavera 2013 con l’attivazione di entrambi i binari ed una migliore frequenza del servizio.

Nuova strada carrabile










Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.