"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Castello – La Torre del Filarete ritrovata

Che meraviglia! Finalmente, dopo alcuni mesi, la Torre del Filarete è tornata pulita come lo era cent’anni fa. Infatti quella attuale è la fedele (più o meno) ricostruzione della torre originaria progettata dal Filarete per la facciata cittadina del Castello Sforzesco, crollata nel Cinquecento per un’esplosione di polvere da sparo. La sua ricostruzione è stata voluta dal grande architetto Luca Beltrami, che grazie anche a questa trovata salvò dalla demolizione il nostro amato castello Sforzesco.
La struttura in mattoni e granito raggiunge i 70 metri d’altezza. Sopra il portone centrale si trova, alloggiato in una nicchia, un grande bassorilievo con re Umberto I a cavallo. Mentre più in alto un’altra nicchia ospita la statua di S. Ambrogio, con a lato le insegne degli Sforza su graffito. Al secondo piano un grande orologio con ghiera in metallo.
I restauri hanno riportato i graffiti al loro vecchio splendore: col tempo avevano perso l’imbiancatura ed era rimasto solo il rosso usato come sfondo. Forse ora appaiono un po’ troppo vistosi, ma lo smog e il tempo presto ne attenueranno il fulgore. Di seguito le foto dopo l’intervento e in ultimo due foto che mostrano alcune parti prima della pulitura.

I decori in facciata.

La torre sul lato interno.

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Appassionato di architettura, urbanistica, trasporti e politiche del territorio. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile.org una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Lavora nell'amministrazione immobiliare in Ceigecond


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.