"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Varesine – La pista ciclabile interrotta

Da poco, grazie agli oneri di urbanizzazione di Porta Nuova anche Viale della Liberazione è stato sistemato, in parte però. Infatti il lato settentrionale del viale è rimasto come prima. Solo un piccolo tratto, verso piazzale San Gioachimo è stato arredato con una bella pista ciclabile, mentre la pista si interrompe andando verso Via Melchiorre Gioia, e assieme all’inesistente marciapiede svanisce nel nulla. Qui infatti il marciapiede non è mai stato sistemato a dovere, ma creato con una “temporanea” sistemazione in cemento, che lentamente si sta sgretolando, vedere foto (che io sappia è così dagli anni Novanta). Perché si fanno sempre i lavori a pezzi? Perché questa solita sciatteria nel sistemare la città? Almeno rifare il marciapiede a modo?

 




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Appassionato di architettura, urbanistica, trasporti e politiche del territorio. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile.org una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Lavora nell'amministrazione immobiliare in Ceigecond


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.