"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Zona Farini – Il brutto anatroccolo allo scalo Farini

Che orrore è, molti avranno esclamato alla sua vista, infatti spesso è ritenuto uno dei più brutti palazzi di Milano. L’edificio posto al numero 18 di via Giuseppe Ferrari ai bordi della ferrovia e del ponte di via Farini se ne stà solitario dagli anni ’60. Costruito per i dipendenti della ferrovia. Purtroppo non siamo riusciti a conoscerne il progettista, anche se un’idea ce la siamo fatta, infatti potrebbe essere di Giulio Minoletti, come la stazione di Porta Garibaldi sempre progettata da lui, un po’ perché ricorda nelle forme, anche se in veste più brutalista, la bellissima “Casa del Cedro” l’edificio per abitazioni che si trova in via Fatebenefratelli. Quest’edificio come dicevamo, è malvisto da molti, forse perché si trova nel posto sbagliato ed era molto degradato ma secondo noi invce si tratta di un palazzo con un suo stile. Finalmente sono partiti i lavori per il suo restauro e siamo convinti che tornerà ad avere una sua dignità architettonica.

Le impalcature
2015-01-25 Milano Via Giuseppe Ferrari 18 A

2015-01-25 Milano Via Giuseppe Ferrari 18 B
2014-02-09 Carlo Farini 8

Il palazzo come si presentava prima dei ponteggi…

Via Giuseppe Ferrari 18 C Via Giuseppe Ferrari 18 D

 

La Casa del Cedro in via Fatebenefratelli di Minoletti, molto simile ma in versione più “nobile”

Fatebenefratelli 3 Giulio Minoletti Casa del Cedro


Urbanfile utilizza mappe basate su dati ©️ OpenStreetMap contributors

Appassionato di architettura, urbanistica, trasporti e politiche del territorio. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile.org una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Lavora nell'amministrazione immobiliare in Ceigecond


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.