"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Cagnola – Come regalare dignità a uno spazio poco valorizzato

Girando per la città  spesso ci capita di trovare spazi che con poco potrebbero diventare più vivibili e acquisire quella dignità che al momento manca.

Uno di questi si trova in un incrocio a Y formato dalle vie Antonio Pacinotti, Pietro Gassendi e Giovanni Antonio Plana, nel cuore dell’antico e dimenticato borgo della Cagnola.

Abbiamo provato a mettere un albero al posto del solito parcheggio indisciplinato che caratterizza molte parti della città e quindi anche questo incrocio. Si potrebbe creare una specie di piazzetta alberata per gli abitanti del quartiere a due passi dalla chiesa del Sacro Cuore di Gesù alla Cagnola e il Cinema Teatro Trieste, storica sala cinematografica trasformata e restaurata nel 2014. Magari potrebbe essere una buona idea darle anche un nome e -visto che dell’antico borgo oramai si son perse le tracce – perché non intitolarla Alla Cagnola, in ricordo del piccolo nucleo di case sorto attorno alla chiesupola successivamente ingrandita?

Questo è l’aspetto che si ha di solito in questo incrocio molto ampio. Autovetture parcheggiate indisciplinatamente dove in teoria non dovrebbero stare.

2016-07-16_Cagnola_Incrocio_Pacinotti_1 2016-07-16_Cagnola_Incrocio_Pacinotti_2 2016-07-16_Cagnola_Incrocio_Pacinotti_3

Questo è l’incrocio nel mese di agosto… come dovrebbe essere, ma…

2016-08-16_Cagnola_Incrocio_Pacinotti_1 2016-08-16_Cagnola_Incrocio_Pacinotti_22016-08-16_Cagnola_Incrocio_Pacinotti_5

Noi abbiamo provato a fare un fotomontaggio piantandovi un bell’albero con sedute attorno.

2016-08-16_Cagnola_Incrocio_Pacinotti_4A 2016-08-16_Cagnola_Incrocio_Pacinotti_4B Incrocio_Cagnola_1 Incrocio_Cagnola_2

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


5 thoughts on “Milano | Cagnola – Come regalare dignità a uno spazio poco valorizzato

    1. Mattia P.

      è un’ottima proposta, soprattutto intitolare l’incrocio al nome del quartiere della Cagnola;
      ed in effetti è corretto ricordare la piccola ‘chiesupola’ di San Giov. Battista al centro del più antico nucleo della Cagnola (tra via Varesina e via Bodoni), che infatti è stata demolita nel 1890 circa (all’attuale incrocio Michelino/Bodoni/Varesina), quando ormai era terminata la nuova e più grande chiesa del Sacro Cuore (1886-1888) in via Plana;
      bello anche il fotomontaggio con gli alberi: rende bene l’idea di come rendere meno squallido l’incrocio.

    2. Roberto Arsuffi Posta autore

      Si, come dice Mattia P. la chiesupola del 600 era intitolata a San Giovanni Battista ed era collocata all’incrocio tra le vie Bodoni, Besozzo e Varesina e che venne demolita e sostituita al finire dell’Ottocento dalla Nuova Sacro Cuore.

      1. Claudio K.

        La mia obiezione non era sulla funzione dell’edificio, ma sulla parola “chiesupola” che non mi risulta esistere in italiano…

        Sul dizionario c’è “casupola” o “chiesuola”, ma “chiesupola” proprio no :)))

        1. robertoq

          Hai assolutamente ragione. Inoltre la definizione di casupola (che esiste) è “Casa piccola e meschina, da gente povera.” Il che renderebbe l’uso applicato a quella Chiesa in ogni caso fuori luogo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.