"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Sella Nuova – Via Lucca da riqualificare grazie anche al Bilancio Partecipativo

Ricordandovi di votare il vostro progetto preferito tra i 47 progetti finalisti, segnalavamo anche questo bel progetto per una riqualificazione doverosa di via Lucca a Sella Nuova (Metro Bisceglie).

Il procedimento avviene online e tutti i cittadini milanesi possono votare per esprimere 3 preferenze registrandosi sul sito www.bilanciopartecipativomilano.it. I voti vanno effettuati entro il 15 aprile 2018.

Riqualificare via Lucca

L’itinerario, impraticabile per le biciclette (anche per un divieto d’accesso in via Prato subito prima dell’imbocco), è poco invitante e inutilmente tortuoso anche per i pedoni. Anche gli attraversamenti pedonali sulla lunghezza di via Lucca sono disassati rispetto ai marciapiedi e su quelli che collegano alle isole spartitraffico delle fermate non ci son nemmeno gli scivoli per disabili. Si propone di razionalizzare i camminamenti e gli attraversamenti pedonali e ricucire un percorso rettilineo, anche ciclabile, collegato all’area comunale dal lato opposto, ove realizzare dei campi sportivi.

MOBILITÀ E LAVORI PUBBLICI
– riorganizzazione e sistemazione dei diversi marciapiedi della via, per rendere il percorso più scorrevole
– unificazione degli attraversamenti pedonali delle due connessioni stradali con via Parri
– nuovi campi sportivi tra i civici 40 e 44
– riorganizzazione di alberature e arbusti
– nuova pista ciclabile lungo il percorso, separata dal marciapiede da una fascia verde.

Qui il link al progetto da votare.

Qui di seguito alcune immagini dello stato attuale di via Lucca.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.