"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Duomo – I portici in “rovina”

Da qualche giorno sono comparse, prima le transenne e successivamente delle impalcature lungo il primo tratto di via Mazzini. Tutte queste opere temporanee sono state poste a protezione dei pedoni, per via di alcuni calcinacci che si sono staccati dalla facciata del palazzo dei portici meridionali.

Edifici realizzati tra il 1865 e il 1873 su progetto dall’architetto Giuseppe Mengoni, in parte restaurati e in parte no, come è il caso dei portici meridionali, che videro le spatole dei muratori con ogni probabilità una trentina d’anni fa (ma non ne siamo sicuri).

Oggi le facciate ottocentesche andrebbero restaurate, come si può vedere dalle foto che alleghiamo. Oltre a calcinacci e parti di decori che cadono a pezzi, le pietre e le decorazioni sono annerite dal tempo e dallo smog, non certo un bel spettacolo.

Già nel 2015, avevamo, noi di Urbanfile, inutilmente sperato in un loro restauro per Expo, magari realizzato insieme all’arco e alla Galleria, ma, come abbiamo visto, la speranza è rimasta invana.

Come dicevamo, sarebbe il caso che questi edifici porticati, che formano la piazza del Duomo (cuore della città di Milano), venissero restaurati e riportati all’antico splendore.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


2 thoughts on “Milano | Duomo – I portici in “rovina”

  1. Claudiogi

    Per non parlare poi delle famigerate tag che da anni (si parla di no expo!) nessuno si preoccupa di cancellare. Ma è possibile questo sconcio all’angolo tra Piazza del Duomo e Via Mazzini? D’accordo, il Comune avrà altre priorità ma almeno nei luoghi simbolo della città dovrebbe preocccuparsi di tenere puliti i propri stabili.

    1. PADANO.DOC

      Ci vogliono leggi repressive, ma con la costituzione di stampo socialista e quasi impossibile.
      E poi tante tante frustate agli imbrattamuri !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.