"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Roma | Istat, rivelato il progetto per la nuova sede.

Finalmente dopo alcuni decenni che se ne parla, finalmente potrebbe essere la volta buona per la nuova sede romana dell’Istat.

Lo studio Abdr Architetti associati di Roma si è visto aggiudicare, la progettazione e la realizzazione della nuova sede dell’Istat a Pietralata. La nuova “Città della statistica” sorgerà in un’area tra via dei Monti Tiburtini e via dei Durantini, nel cuore dell’ormai mitico SDO, il mai completato centro direzionale della Capitale.

Prende finalmente corpo, dunque, la nascita di quel Sistema direzionale orientale atteso dalla città da oltre cinquant’anni e che ora, pezzo dopo pezzo, vedrà nascere, oltre alla sede dell’Istat, edifici de La Sapienza, la futura torre che probabilmente ospiterà il quartier generale delle Fs e altre torri direzionali, il tutto a poca distanza dalla nuova sede della BNL e dalla stazione Tiburtina, realizzata sempre dalla Abdr di Paolo Desideri e soci.

E stato chiesto ad Abdr di fornire il progetto definitivo della nuova sede Istat entro il 2019. L’area si trova accanto alla stazione della linea B Quintiliani e con l’arrivo di questo progetto si riuniranno finalmente le 8 sedi distaccate che Istat ha sparse per la città. Al vicinanza con la metropolitana è un preziosa condizione che garantisce alla nuova sede il fondamentale requisito di consentire una accessibilità a ridotto costo ambientale.

L’attenzione alle relazioni con la città e con i suoi flussi ha indirizzato le strategie progettuali, con l’obiettivo di contribuire, attraverso il disegno degli spazi pubblici, ad una migliore qualità complessiva dell’ambiente urbano. Il progetto della nuova sede unificata è impostato secondo criteri di “apertura e permeabilità” in modo da consentire una grande flessibilità d’uso delle attività annesse agli uffici, così che queste possano essere condivise ed accessibili anche da esterni. La forma dello spazio pubblico e dell’edificio che lo delimita sono in forte relazione di continuità con l’importante asse, sottolineato dalla presenza di un portale scultoreo, che identificherà l’accesso alla zona (denominata A dagli strumenti urbanistici) da via dei Monti Tiburtini.

L’edificio, così concepito, nel dialogo con gli spazi aperti, concorre ad offrire una nuova identità più fruibile all’intero contesto, ponendosi in questo modo come promotore e creatore di una flessibile nuova centralità urbana. Secondo i progettisti, oltre ad Abdr che è la capogruppo della cordata ci sono lo studio Valle Progettazione, la Proger, e la Manens Tifs, il progetto proposto per la “Città della Statistica” risponde alle esigenze esposte nel DPP ed integra le indicazioni normative e della variante del Piano Particolareggiato.

Last edited by Emilo; March 13th, 2019 at 07:49 PM.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Claudio Nelli, 43 anni, milanese, nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile.org una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Con l’affermarsi dei Social Network, che richiedono sempre una maggiore velocità di aggiornamento, Urbanfile è stato affiancato da un blog che giornalmente segue la vita di Milano e di altre città italiane raccontandone pregi, difetti e aggiungendo di tanto in tanto alcuni spunti di proposta e riflessione. Ma il percorso non poteva finire qui e nel 2015 fonda Dodecaedro Urbano, un contenitore per nuovi progetti e nuove sfide che coinvolgeranno sempre di più lo sfaccettato mondo delle città


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.