"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Isola – Cantiere via Pola 9/11: luglio 2019

Piccolo aggiornamento fotografico dal complesso per uffici di via Pola 9/11 all’Isola in completa riqualificazione da diversi anni e oramai verso la conclusione.

Il progetto è di GBPA Architects, gli stessi che hanno eseguito i lavori sul  bel palazzo di vale Monte Grappa. Nuovo aspetto, più leggero e moderno pur rispettando le stesse cubature dell’esistente.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


5 thoughts on “Milano | Isola – Cantiere via Pola 9/11: luglio 2019

  1. Anonimo

    Queste finestre, come quelle di The Corner 500m piu’ a sud, sono molto piacevoli e moderne.

    L’unica impressione e’ che non “invecchieranno” bene, ma che sembraranno molto datate un paio di decenni da adesso, come le vecchie di alluminio anodizzato di cinquantanni fa, che adesso sembrano vetuste piu’ di quelle piu’ classiche che hanno il doppio degli anni

  2. gt

    che “pesantezza“ tutte ste superfici specchianti….sembra un progetto vecchio….con tutte le buone intenzioni del caso

    1. Anonimo

      Poca spesa tanta resa.
      Evidentemente Unipol ha “ereditato” più di quanto potesse gestire in modo esteticamente adeguato.

  3. Alex

    Era un palazzo da abbattere per costruire un grattacielo…Non so dove vogliano sviluppare porta nuova visto che a Nord e a sud ci sono i quartieri storici, a ovest il futuro scalo farini, a est non penso vogliano abbattere i palazzacci del vecchio centro direzionale o in zona repubblica (anche se ci spero )…questo palazzo insieme all ex hotel vicino axa secondo me sono due occasioni perse.

  4. GT

    milano rischia di trasformarsi in una ripetizione di edifici “specchianti“ molto vecchio stampo…a chi piacciono? A me sembrano un pugno nell`occhio se non contestualizzati nel modo giusto e con un giusto mix di materiali e cromatismi….Non si capisce se e`un problema di committenza poco selettiva o non informata o se di architetti poco attenti al contesto ed a soluzioni architettoniche di una citta`che non e`mai cresciuta con paradigmi estetici di tale profilo…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.