"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Risorgimento – Kramer 26: ci si prepara per partire

Un nuovo concept contemporaneo ed elegante che dialoga con lo spazio pubblico della città rivelando, attraverso il grande ingresso vetrato, il giardino interno.

Il cantiere è stato messo in sicurezza e chiuso ai primi giorni di marzo a causa dell’emergenza da Covid19, in accordo ai Decreti e alle Ordinanze governative. Il cantiere sarà riattivato quando il Governo darà disposizioni in merito, previa avvenuta attuazione di tutte le procedure di sicurezza che saranno richieste per consentire l’avvio e l’esecuzione delle attività.

Nel frattempo, prima del blocco si era proceduto coi lavori di demolizione di un palazzo degli anni sessanta, in via Kramer 26, zona Risorgimento, a pochi passi da Porta Venezia e dal centro storico di Milano.

L’intervento di ristrutturazione vede coinvolta F&M ingegneria, leader in soluzioni progettuali all’avanguardia nei campi dell’ingegneria civile, delle infrastrutture, del project management e della sostenibilità e Beretta Associati, studio di architettura con oltre cinquant’anni di esperienza che opera nei settori residenziale, terziario, commerciale, turistico, restauro ed interior design.

Alla società F&M Ingegneria, sono stati affidati i seguenti servizi: progettazione strutturale, impiantistica, antincendio, acustica, geotecnica e direzione operativa strutture, impianti e per gli aspetti di prevenzione incendi.

Il progetto, che si sviluppa su un’area di circa 5.000 mq, oltre ai 1.260 mq destinati ad aree verdi e cortili, prevede la demolizione di un immobile degli anni Sessanta, sede per anni di una residenza universitaria della Bocconi, con l’obiettivo di realizzare un nuovo complesso residenziale.

L’intervento va a coinvolgere un edificio fronte strada e un edificio nel giardino retrostante.
Le due parti sono collegate tramite un corpo di fabbrica che maschera i frontespizi esistenti e nasconde le rampe d’accesso alle autorimesse. Il complesso residenziale, aggiornato a standard costruttivi e materiali di ultima generazione, prevede 46 unità immobiliari, tutte rigorosamente certificate in Classe A. 

Al piano terra, oltre all’ingresso, è prevista la portineria, con relativi locali di servizio/controllo alle tre unità condominiali.

Operazione che, come si vede dal sito immobiliare, ha avuto successo, vista la quasi totale vendita delle unità abitative dello stabile ancora da costruire.

Qui di seguito la situazione a febbraio 2020.

Mentre qui di seguito le immagini dell’edificio demolito.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.