"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Tre Torri – Installato il “Bacio” a CityLife

Il 16 luglio scorso era stato preparato il terreno in largo Africa (adiacente a piazzale Giulio Cesare) a Tre Torri, nel contesto del quartiere di CityLife, per la nuova scultura del Parco delle Sculture Artline.

Ieri sono arrivati e posizionati (anche ancorati a terra) con una gru, i due grossi massi rocciosi di tonalite, provenienti dalle Dolomiti.

Sono due grossi massi che combaciano perfettamente toccandosi solo in un punto, e fanno da contrasto con lo sfondo dei grattacieli. Modellati dalla natura e pesanti ben 30 tonnellate l’uno. “Beso” è una delle opere a cielo aperto sparse nel nuovo Parco di CityLife e pensata dall’artista cubano Wilfredo Prieto.

L’opera sarà inaugurata a settembre, assieme ad altre due opere: la scritta di Maurizio Nannucci “New Times for Other Ideas / New Ideas for Other Times”, già installata qualche mese fa sulla facciata del Palazzo delle Scintille e ancora spenta, e il “Rudere” di Adrian Paci, ancora in fase di realizzazione nel grande pascolo nei pressi dell’asilo.

Ringraziamo per le foto Valter Repossi.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


9 thoughts on “Milano | Tre Torri – Installato il “Bacio” a CityLife

  1. Anonimo

    A me piace, almeno è sincero e non ci fa la lezioncina o la supercazzola come tante altre “opere d’arte” che hanno messo li.

  2. Anonimo

    Chiamare arte questa banalità è ridicolo… domani dissemin un po’ di sassi e dico che è l’uanità… AHAHAHA

  3. Anonimo

    Provocazione…ottimo messaggio…le due pietre testicolari ridicolizzano la banana storta e la globalizzazione della finanza..a me piace molto!

    1. Anonimo

      Brillante osservazione… non me ne ero reso conto.

      Immagino che, appena se ne accorgeranno, la combinazione torre a pisello barzotto più pietre testicolari diventerà subito un ambìto selfie spot.

  4. Und Tschüss

    Meglio della mano e del piede anche se non capisco perché non si riesca a lasciare un spazio semplicemente libero e il bello é che ne devono pure metterne altre!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.