"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Porta Romana | Piazza San Nazaro abbandonata o quasi

Piazza San Nazaro, una bella piazza che andrebbe curata e sistemata un pochino, vero Comune di Milano?

Piazza San Nazaro, si apre a lato di Corso di Porta Romana all’altezza dei civici 46 e 48, dopo i bombardamenti perse completamente il lato sul corso. Come la vediamo oggi è frutto di una sistemazione realizzata tra gli anni 1989-92 dall’architetto Umberto Riva.

A cavallo tra Ottocento e Novecento la piazza era animata da un mercatino che si sviluppava ai piedi della statua barocca di Sant’Ulderico. La statua del santo venne spostata di qualche metro più a sud dall’originaria collocazione, più vicina alla basilica e al centro della piazza e arricchita da una “fontanella” posta come basamento della statua.

Dopo più di 25 anni lo stato di questa piazza è ridotto alquanto male. Recentemente il basamento è stato ripulito, solo quello, mentre la statua e il resto della piazza versano ancora in totale degrado.

Pietre rotte, paracarri storti o deformati, la fontanella stessa, pur essendo stata pulita non funziona ancora e fa risaltare ancora di più lo stato di sporco sui marmi della statua barocca.

Poi, al tutto aggiungiamo il solito degrado causato dalle auto parcheggiate dove non si dovrebbe (persino sotto gli inutili cartelli di divieto), persino tra le panchine che sono usate dai senza tetto come bivacco (una bottiglia di vino con dei bicchieri di plastica era pronta per essere stappata). Per non citare l’invasione dei motorini durante la settimana. Insomma, l’ennesimo angolo dimenticato e trascurato pur essendo in centro città.

Piccolo appunto che troviamo un po’ stonato e segno di poca attenzione, secondo noi, al fattore monumentale del luogo, ovvero l’istallazione della rastrelliera proprio in mezzo alla piazza, davanti alla statua del Santo. Non era possibile istallare la stazione del BikeMi in un altro punto della piazza? Per giunta favorisce e giustifica anche il parcheggio dei motocicli.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


4 thoughts on “Milano | Porta Romana | Piazza San Nazaro abbandonata o quasi

  1. daniele

    Davvero un peccato. E’ uno di quegli interventi di sistemazione come ce ne dovrebbero essere a decine a Milano: discreto, sobrio, ben disegnato, relativamente poco costoso. Spiace anche per l’architetto Riva, l’autore, ormai ultranovantenne, che vede un suo lavoro così bistrattato.
    Faceva parte di quel pacchetto di progetti che MM Spa affidò a diversi architetti – tutti milanesi, mi pare – per ripristinare le aree di superficie toccate dai lavori della Linea 3. Alcuni sono stati realizzati, altri solo parzialmente, altri ancora sono rimasti sulla carta. Peccato che i privati a cui sonos tate affidate M4 e M5 non abbiano la stessa intelligenza, probabilmente per spilorceria da profitto, e non abbiano fatto altrettanto lungo strade e piazze delle due linee.

    1. Anonimo

      Di certo non sono una piaga le bici…tra tutte le foto se ne vede solo una, legata ad un palo. E nessuna rastrelliera per bici (a parte quella del Bike-MI, apparentemente intonsa).
      Ma i Milanesi per spostarsi usano solo scooter e auto?! 🙁

      1. Und Tschüß!

        > Ma i Milanesi per spostarsi usano solo scooter e auto?! 🙁
        L’uso di scooter, moto & co. è “esploso”, almeno per il centro, con l’introduzione di “Ecopass” diventato “Area C” e questi in quanto esenti hanno letteralmente occupato tutti gli spazi. In via Torino non riesci a scendere dal tram a causa dei mezzi “parcheggiati” ma finché l’amministrazione non oppone contromisure e permette TUTTO c’è poco da fare.. purtroppo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.