"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Zona San Babila – Cantiere Liberty Tower: ottobre 2020

Sono cominciate da l’altro ieri, le operazioni di smontaggio delle impalcature che hanno permesso la riqualificazione della torre Tirrena ribattezzata The Liberty Tower, visto che si trova in piazza del Liberty in zona San Babila.

Asti Architetti su incarico di Hines, ha progettato il restauro dell’immobile. Esternamente l’edificio come era stato detto, ha visto il ripristino della suddivisione delle finestre come nell’originale disegno del progettato dagli architetti Eugenio ed Ermenegildo Soncini realizzato nel 1956.

E’ stato risistemato l’ultimo piano, prima adibito a locali tecnici e che sarà l’accesso ad una terrazza panoramica arricchita da nuove piante ornamentali.

Costruita negli anni ’50, The Liberty Tower è stata un importante punto di riferimento per la città. Dal punto di vista architettonico, è una struttura unica nel centro storico, con i suoi 12 piani e le ampie vetrate. Il progetto di riqualificazione, interpretato e rivisitato dallo studio Asti Architetti, dona nuovo prestigio alla facciata giocando sui suoi elementi storici di trasparenza e leggerezza, evidenziando e recuperando le superfici che si riscoprono oggi fatte di luce e cielo. Questo progetto acquisisce ulteriore fascino nelle ore serali grazie agli elementi verticali strutturali luminosi della facciata. La temperatura delle strip-led che sono stata installate in facciata lungo i costoloni è la stessa dell’illuminazione dell’Apple store e in generale è coerente con quella di tutta la piazza.

La torre si affaccia su piazza del Liberty che grazie all’arrivo di prestigiosi brand internazionali (Apple) è diventato uno dei  luoghi più iconici di Milano.

Hines Italy ha sviluppato una forte expertise nella riqualificazione di asset storici coperti da importanti vincoli da parte della Sovrintendenza rigenerando gli edifici nel rispetto della loro storicità e portandoli al raggiungimento dei più elevati standard di sostenibilità ambientale ed efficienza degli spazi. 

Grazie infatti all’introduzione delle più efficaci best practice di edilizia sostenibile, The Liberty Tower risponde ai più elevati standard internazionali in termini di efficienza energetica necessari al raggiungimento della certificazione LEED® Gold (ad oggi è stata ottenuta la LEED Gold Pre-certified). L’utilizzo sistematico di tecnologie altamente sostenibili, l’efficienza energetica e gestionale, il sistema di geotermia all’avanguardia sono solo alcuni degli elementi di un progetto che rigenera nel pieno segno della responsabilità.

Hines Italy ad inizio novembre consegnerà tutti gli spazi ad uso uffici, totalmente allocati, ai nuovi Tenant.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


5 thoughts on “Milano | Zona San Babila – Cantiere Liberty Tower: ottobre 2020

  1. Anonimo

    Un capolavoro dell’International Style che per una volta non viene snaturato ma valorizzato dal restyling .. bene così!

    1. Anonimo

      La piazza non esisteva… era un isolato occupato da un albergo che si affacciava su Corso Vittorio Emanuele. L’albergo venne bombardato e non era recuperabile a parte la facciata, che venne arretrata ed è l’attuale palazzina Liberty che dà il nome alla piazza.

      Per questo la piazza è tuttora uno spazio privato, anche se aperto al pubblico.

        1. Anonimo

          “La palazzina con la facciata Liberty che dà il nome alla piazza” oppure “la palazzina in stile Liberty che dà il nome alla piazza”….

          Così è più chiaro??????

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.