"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Portello – Cantiere Torre Aurora: ottobre 2020

Aggiornamento di fine ottobre 2020 dal cantiere della Torre Aurora di 18 piani, in fase di realizzazione al Portello in via Silva, proprio di fronte al complesso di CityLife. La costruzione della torre è giunta da tempo al tetto e proseguono i lavori per le facciate, oltre che per gli interni.

Oltre alla torre ci sono due stecche di 6 piani con mansarde e grandi terrazzi. Il progetto, sviluppato da Borio Mangiarotti e Värde Partners, è dallo studio Calzoni e Nicolin per un totale di 150 appartamenti. 




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


18 thoughts on “Milano | Portello – Cantiere Torre Aurora: ottobre 2020

  1. bis bald

    mi auguro, che venga sistemata la sosta e fermata degli automezzi. eliminando le auto sui marciapiede!

    ormai è un mantra!

    1. _

      “Milan = cars on the sidewalk.”

      Perchè dirlo in…Americano?!

      Volendo proprio usare le lingue straniere, non solo il termine Inglese/UK “pavement” è più carino, ma “sidewalk” esprime in pieno l’ottica centrata sulle automobili delle città USA, dove camminare è appunto essere “side”.

      In ogni caso, non capisco il problema di chiamare le cose col loro nome: marciapiede.

  2. Anonimo

    Potreste allegare un pdf delle vostre splendide abitazioni con annessa laurea in architettura, ingegneria edile, beni culturali o simili…

    1. Adriano

      Non si sta parlando degli aspetti tecnici, ma dell’aspetto esteriore, non capisco per quale motivo in un blog dove qualcuno vuole esprimere la propria opinione sul fatto che esteticamente un monolite bianco in un contesto del genere non c’entra niente, poi c’è qualcuno che deve difendere inutilmente l’architetto o chi ha progettato il palazzo…non ne capisco l’utilità,

      io almeno ho fatto vedere che realizzazioni simili a livello estetico si facevano tanti anni fa, invece il quartiere citylife ha proprio nel concetto estetico innovativo che basa la sua bellezza, quindi fare una cosa del genere in quel contesto è un pugno in un occhio.

      Poi libero di difendere l’architetto o l’ingegniere, credo che il luogo sia sbagliato non tanto il progetto.
      Per la cifra che avranno quegli appartamenti sinceramente a livello estetico avrei voluto di più.

    2. Anonimo

      A me quelle balaustre e finte retine tutte dorate e appiccicate su un blocco bianco… ricordano un po’ la periferia moderna di Islamabad.

      La mia casa è più vecchia, non è di certo un capolavoro, però è Milanese. E visto che siamo a Milano, non è una cosa da poco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.