"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Centrale – Cantiere parcheggio via Ferrante Aporti: marzo 2021

Anche se poco visibile, il cantiere sotterraneo sviluppato al di sotto del rilievo ferroviario della Stazione Centrale prosegue a gran ritmo.

Il progetto, curato da Grandi Stazioni Rail Spa, la società del gruppo Fs che ha stipulato con il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, prevede la realizzazione, all’interno di un area di 26.400 metri quadrati posta tra via Sammartini e via Ferrante Aporti, all’altezza di viale Lunigiana, e con un investimento complessivo di 15 milioni di euro, di un parcheggio per circa 400 posti auto e 75 per le moto.

Centrale, Nolo, Ponte Seveso, Grandi Stazioni Rail Spa, via Sammartini, via Ferrante Aporti, viale Lunigiana, parcheggio


Urbanfile utilizza mappe basate su dati ©️ OpenStreetMap contributors

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


15 thoughts on “Milano | Centrale – Cantiere parcheggio via Ferrante Aporti: marzo 2021

  1. Bluez

    Mi sembra un’idea impraticabile. Le biciclette al massimo hanno bisogno di rastrelliere, ma non di stare al coperto.

    1. Anonimo

      Oddio, proprio impraticabile no. Ad Anversa di fronte alla stazione centrale è stato costruito un grande parcheggio sotterraneo proprio per le biciclette, collegato sia con la stazione ferroviaria che con quella del metro-tram.

      Ad Amsterdam, sempre davanti alla loro stazione centrale e in presenza di un terreno difficile (la stazione è costruita su una diga ed è circondata dai canali e dal fiume), ne stanno costruendo proprio uno.

      Volere è potere. Al massimo si può discutere se serva farlo proprio lì o magari in un’altra posizione, però non è niente di insormontabile.

        1. Anonimo

          Se è per questo la bicistazione c’è anche a Desio e a Sesto (e anche a Bari), non c’è bisogno di andare fino a Utrecht.

          1. Anonimo

            Sì, ho preso quella di Utrecht come esempio perché le soluzioni adottate possono essere paragonabili a quelle che potrebbero essere applicate in stazione centrale a Milano. Quelle di Desio e Sesto no.

  2. Andre

    Con questo nuovo parcheggio in zona, non ci sono pu’ giustificazione per la presenza del parcheggio a raso in via Benedetto Marcello.

  3. Ale

    A parcheggio inaugurato daranno multe a raffica a chi parcheggia selvaggiamente in zona? Così tiriamo su i soldi per il parcheggio bici, che farei a Garibaldi o Cadorna o Lambrate, stazioni molto più frequentate dai pendolari invece che dai viaggiatori di lunga percorrenza.

    1. Anonimo

      Anche in Centrale ci sono i pendolari, poi certo, i parcheggi per bici andrebbero implementati in tutte le stazioni.

  4. Anonimo

    Uno spazio perfetto per un parcheggio bici potrebbe essere il grande e inutilizzato mezzanino del metro di porta Venezia.
    Basterebbero delle rampe, facilmente realizzabili, e adeguate strutture per assicurare le bici. Potrebbe dare lavoro a diverse persone e essere un ottimo impulsò per la già frequentatissima pista ciclabile San Babila/Sesto San Giovanni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.