"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Porta Nuova – Cantieri zona Gioia: maggio 2021

Torre Unipol:

Aggiornamento di questi primi giorni di maggio 2021 dal cantiere della Torre Unipol, dove si vede l’avanzamento del montaggio delle colonne della parte superiore, che lentamente si racchiude per formare l’enorme oblò a terrazza posto sulla cima.

Si tratta del grattacielo di circa 120 metri, progettato dallo studio di Mario Cucinella Architects in costruzione a Porta Nuova, in via Melchiorre Gioia.

Gioia 22:

Ormai la torre di via Melchiorre Gioia 22 (120 metri d’altezza e progettata dallo studio di Pelli Clarke Pelli Architects), è quasi completata, come abbiamo visto, in queste settimane sono in corso i lavori di allestimento delle aiuole e del parterre pedonale che la circonda.

Gioia 20-21:

Un piccolo aggiornamento fotografico dai due cantieri nell’area di via Melchiorre Gioia 20 e 21. Si tratta dei due palazzi posti l’uno di fronte all’altro progettati dallo studio Antonio Citterio – Patricia Viel and partners. Ricordiamo che saranno due edifici per uffici, uno, G20 EST (20 per 98 metri d’altezza) posto nel lotto al civico 20 di via Melchiorre Gioia e l’altro G20 OVEST (11 piani per 64 metri d’altezza) nel ristretto lotto al civico 21 all’angolo con via Sassetti. La conclusione è prevista per il primo quadrimestre del 2024.

Come si vede, per G20 EST dopo la realizzazione dei diaframmi, i muri di contenimento in cemento armato, si è cominciato con lo scavo per le fondamenta della torre. Nel frattempo sono comparsi i resti delle fondamenta del vecchio edificio industriale qui presente sino al dopoguerra.

Mentre per G20 OVEST, già nel mese scorso si è cominciato, per ora, a predisporre il cantiere.

Milano, Via Melchiorre Gioia, Gioia 22, Gioia 20-21, Porta Nuova, Centro Direzionale, Pelli Clarke Pelli Architects, Mario Cucinella Architects, Antonio Citterio – Patricia Viel


Urbanfile utilizza mappe basate su dati ©️ OpenStreetMap contributors

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


6 thoughts on “Milano | Porta Nuova – Cantieri zona Gioia: maggio 2021

  1. Biagio

    Trovo molto bella la torre Gioia 22 (la Vela di Pelli e c). Ma se gli costruiranno davanti un’altra torre di 98 metri d’altezza sarà difficile poterla guardare e valutare appieno. Già adesso la vista è ostacolata dal cosiddetto Pirellino. Non trovate che le costruzioni in zona siano un po’ troppe?

    1. Precottino

      No, penso siano ancora poche. Si può puntare almeno al raddoppio del numero di torri, magari iniziando dall’angolo dell’anagrafe.

  2. Anonimo

    E pensa che anche il “Pirellino” dovrebbe raddoppiare su entrambi i lati di Melchiorre Gioia…

    Per me un’area con diversi grattacieli se di buona fattura, con spazi pubblici adeguati e di qualità e con un po’ di verde ulteriore (sul terreno dove dovrebbero sorgere queste torri c’erano solo parcheggi, per cui il miglioramento è garantito)

  3. Anonimo

    Molto bella la torre unipol anche se penso che milano debba puntare su grattacieli più alti che semplicemente 120m, tipo Londra.

  4. Andrea

    Io tutto questo desiderio di avere grattacieli che oscurano il cielo, sempre più alti non lo capirò mai.

    Passate tutti i weekend a fare aperitivi, un giorno sul terrazzo di Gioia 22 e l’altro sulla torre Solaria? Siete amanti del base jumping? Avete avuto un trauma infantile e sentite la necessità di vedere falli giganti dappertutto come nei cartoni Disney?

    Qui tra i commentatori c’è chi addirittura pensa che sostituire un parcheggio con un grattacielo vuol dire aumentare il verde in città (forse per via del fatto che i vetri a specchio potrebbero avere sfumature verdi riflettendo gli alberi della BAM).

    Mah. Per fortuna che non abbiamo più i sindaci disgraziati di una volta e ora quando c’è la proposta di costruire nuovi grattacieli ci si pensa due o tre volte prima.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.