"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Duomo – Palazzo Giureconsulti: primi “spacchettamenti”

Dall’ottobre del 2020 il meraviglioso Palazzo dei Giureconsulti era stato “impacchettato” per l’avvio dei lavori di restauro. In questi giorni si è cominciato finalmente a spacchettare dalle impalcature l’edificio cinquecentesco.

Infatti, il 19 dicembre del 2019 era stato scelto il progetto vincitore per la riqualificazione del Palazzo dei Giureconsulti di piazza Mercanti. 

Il raggruppamento costituito Studio MAR office composto dagli architetti Paola Mongiu e Juarez Corso con la consulenza di Fabiano Cocozza e dell’ing. Daniela Mannina si era aggiudicato il concorso #concorrimi per dare nuovo lustro al palazzo realizzato dalla fine del 1500.

Palazzo Giureconsulti, già storico punto di riferimento cittadino quale sede di eventi istituzionali e promozionali, grazie alla collaborazione strategica tra Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi e Comune di Milano per la promozione della città, attraverso il brand Yes Milano, diventerà una delle location simbolo di Milano in Italia e all’estero. 

Qui di seguito altre immagini della facciata ripulita e restaurata con al centro la torre e la statua di Sant’Ambrogio.

La storia di Palazzo Giureconsulti.

Fu il papa milanese Pio IV, eletto nel 1559, a volere il riadattamento dell’edificio posto a ridosso della medioevale Torre di Napo Torriani. I lavori, iniziati nel 1562, durarono per circa un secolo. Inaugurato nel 1654, sotto la dominazione spagnola, l’edificio ospitò fino all’epoca napoleonica il Collegio dei Nobili Dottori , ovvero le figure amministrative dello stato: senatori, giudici e capitani di giustizia. Il palazzo fu la sede del Tribunale dei Giudici di Provvisione e del Collegio dei Giureconsulti. Nel 1809 la Camera dei Mercanti acquistò la sala situata a ovest e inaugurò la prima Borsa Valori di Milano. Nel 1901 fu trasferita la Borsa e nel 1911 la Camera di Commercio acquistò l’intero palazzo e vi portò i propri uffici. Nel 1985 gli architetti Mezzanotte e Menghi iniziarono i lavori di restauro che si conclusero nel 1991 e che resero l’edificio una struttura moderna e elegante attrezzata ad accogliere convegni, mostre e conferenze. Le stratificazioni storiche apportano un inestimabile valore aggiunto agli spazi: i resti di strada romana visibili nel sotterraneo, le volte a botte, la torre dell’orologio, la scala monumentale, gli stucchi e le decorazioni trovano soluzione di continuità negli allestimenti delle sale.

Referenze immagini: Andrea Cherchi

Piazza Mercanti, Palazzo dei Giureconsulti, Restauro, Cordusio, Duomo

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Con l’affermarsi dei Social Network, che richiedono sempre una maggiore velocità di aggiornamento, Urbanfile è stato affiancato da un blog che giornalmente segue la vita di Milano e di altre città italiane raccontandone pregi, difetti e aggiungendo di tanto in tanto alcuni spunti di proposta e riflessione.


One thought on “Milano | Duomo – Palazzo Giureconsulti: primi “spacchettamenti”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.