"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Porta Nuova – Aggiornamento torre Unipol: 31 marzo 2022

Aggiornamento del 31 marzo 2022 dal cantiere per la costruzione della Torre Unipol. Il grattacielo di circa 120 metri, progettato dallo studio di Mario Cucinella Architects in costruzione a Porta Nuova, in via Melchiorre Gioia.

Prosegue il montaggio delle losanghe nella parte alta della torre, che ormai sta per essere completata.

Referenze fotografiche: Duepieidsbagliati; Roberto Arsuffi

Torre Unipol, Mario Cucinella Architects, Porta Nuova, via Melchiorre Gioia

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Con l’affermarsi dei Social Network, che richiedono sempre una maggiore velocità di aggiornamento, Urbanfile è stato affiancato da un blog che giornalmente segue la vita di Milano e di altre città italiane raccontandone pregi, difetti e aggiungendo di tanto in tanto alcuni spunti di proposta e riflessione.


14 thoughts on “Milano | Porta Nuova – Aggiornamento torre Unipol: 31 marzo 2022

  1. Maury

    Le altre torri sono mezze vuote tra smart working e mancanza di inquilini.
    Sono belle da vedere ma mi chiedo se in un paese come il nostro servano……

    1. gaetano

      a dire il vero, le altre torri sono tutte occupate, da unicredit a BNP, da PWC a Generali, fino ad UBI che ha prenotato da un anno la nuova torre di via Gioia 20…; al nostro paese, semmai, non serve piangersi sempre addosso…

      1. Manuel

        Me lo chiedo anch’io da anni in quanto vi sono studi risalenti a diversi anni fa riguardo a come saranno gli uffici del futuro e ne frattempo cosa si fa? Si costruiscono nuovi edifici, torri, torrette e affini per cosa non si sa o meglio lo si può immaginare… basta vedere strutture per uffici vuote e abbandonate.

        1. GArBa

          Per anni se non decenni a Milano si è costruito per uffici in aree residuali, mal servite dai mezzi di trasporto collettivi o in sostituzione di ambiti residenziali. Concentrare volumi per uffici (che possono contenere più aziende o essere utilizzati per il coworking) nell’area meglio servita della città è cosa tutt’altro che sbagliata, anche perchè nella dinamica del mercato (e già ne abbiamo le prime avvisaglie) spingerà al ritorno del residenziale in aree ad oggi sature di volumi per uffici meno efficienti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.