"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Porta Vercellina – Riqualificazione di Piazza Ambrosoli: aprile 2022

Aggiornamento di inizio aprile 2022 dal cantiere per la riqualificazione di Piazza Giorgio Ambrosoli, una piazzetta di quartiere nel distretto di Porta Vercellina, proprio a due passi da Corso Vercelli. Assieme alla piazza, l’intervento ha riguardato anche un tratto di via Paolo Giovio e via Polibio.

Come si vede, il cantiere è ora concentrato in via Paolo Giovio dove è stata creata un’aiuola e allargati i marciapiedi all’incrocio con Via Angelo Mauri.

Ancora una volta ribadiamo quello già detto: purtroppo, come si vede dalle foto (stessa cosa già avvenuta negli scorsi reportage), l’aver lasciato una così ampia carreggiata centrale consente il parcheggio in divietò già ora, figuriamoci a cantieri chiusi. Inoltre, già sono in molti a lamentare l’eccessivo uso dell’asfalto e poche aiuole verdi. Attendiamo l’esito finale.

Mancano ancora le alberature che speravamo di trovare in questa nostra “visita”.

Referenze fotografiche: Arsuffi Roberto

Porta Vercellina, Corso Vercelli, Piazza Giorgio Ambrosoli, Parcheggio Selvaggio, Via Paolo Giovio, via Polibio, via Giovanni Cantoni




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Con l’affermarsi dei Social Network, che richiedono sempre una maggiore velocità di aggiornamento, Urbanfile è stato affiancato da un blog che giornalmente segue la vita di Milano e di altre città italiane raccontandone pregi, difetti e aggiungendo di tanto in tanto alcuni spunti di proposta e riflessione.


10 thoughts on “Milano | Porta Vercellina – Riqualificazione di Piazza Ambrosoli: aprile 2022

  1. Anonimo

    Una vergogna che in una via così graziosa come Via Giovio siano stati scelti catrame e dissuasori così, al posto di pietra e parigine. Assurdo che Lorenteggio, in mezzo a palazzi fatiscenti, l’intervento sia stato molto più dignitoso

    1. Andrea

      A voler essere complottisti ti direi che la gente che si è vista togliere spazi parcheggio in via Giovio è più potente e con maggiori risorse per mettere i bastoni tra le ruote al Comune rispetto a chi abita a Lorenteggio. Si beccano riqualifiche fatte peggio… Viceversa chi abita a Lorenteggio gioisce appena sente parlare di “riqualifica”, qualunque essa sia e, senza fare troppe discussioni o ripicche, la accetta di buon grado magari anche agevolando le scelte del Comune e chiedendogli di riqualificare ancora di più.

      Ma questo è solo complottismo…

      1. V.

        @Andrea: “Viceversa chi abita a Lorenteggio gioisce appena sente parlare di “riqualifica”, qualunque essa sia e, senza fare troppe discussioni o ripicche, la accetta di buon grado ”

        Anzichè parlare per luoghi comuni, vieni a chiedere a un indigeno cosa ne pensa della riqualificazione di via Giambellino ridotta a budello senza pista ciclabile…. O cosa ne pensa di Legioni Romane alla mattina … 🙂

  2. Albe

    Mancano ancora le piantumazioni e, nonostante, la Pessima asfaltura diffusa, non sarà male.
    Con i soldi buttati a pavimentare le strade in piazzale Lavater avrebbero inondato di porfido qua tutti i marciapiedi.
    Non c’entra niente il complottismo che si morde la coda nelle finiture dell’intervento.

  3. P

    Il progetto della piazzetta è davvero imbarazzante. Una orribile rotonda e una composizione geometrica da scuola elementare di aiuole minuscole e inutili, panchine e fontanella.
    Vergognoso spendere in questo modo i soldi pubblici.

  4. Anonimo

    Condivido il fatto che l’opera di riqualificazione non sia adeguata, considerando soprattutto il decoro urbanistico. Se gli interventi mirano a migliorare esteticamente la zona, questo non è avvenuto. Troppo catrame, poco verde … soprattutto poco ordine. Anche ammesso di mantenere i dissuasori stradali, per quale motivo non sono stati utilizzati quelli ad esempio appena posati per la riqualificazione di Via San Barnaba? Un piccolo accorgimento che avrebbe reso in ogni caso più gradevole alla vista la piazza stessa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.