"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Porta Garibaldi – Come avrei fatto Piazza XXV Aprile

Mi chiedo perché chi ha progettato la nuova piazza XXV Aprile (porta Garibaldi) sia stato così poco generoso col verde e abbia preferito pavimentare l’intera piazza con lastre in pietra?
Dopo anni di cantiere per la costruzione del parcheggio sotterraneo, finalmente la piazza ci è stata riconsegnata l’anno scorso con grandi cerimonie alla presenza delle autorità cittadine. Che posso dire… ci hanno consegnato un lavoro piuttosto ordinario. Non sono un architetto, ma forse avrei riprogettato la piazza in una maniera più moderna, con più verde e con un disegno più vivo e dinamico. Bella l’idea delle aiuole alzate a 50/60 centimetri dal livello stradale, così da consentire alla gente di sedersi facilmente ai bordi del verde, peccato che abbiano pensato a quattro risicati fazzoletti di terra destinati a cespugli. Io avrei riempito gli spazi tra i caselli e i palazzi con grandi aiuole, con superfici a prato e forse qualche cespuglio, attraversate da vialetti lungo le diagonali per permettere il transito veloce dei passanti.
Avrei anche alberato i lati dei viali Pasubio e Monte Grappa. Insomma, avrei reso più verde e allegra questa piazza, ora trasformata in una distesa di cemento e pietra.

La mia versione della piazza, con un po’ più di verde e meno inutile cemneto.

Come l’han fatta
Come l’avrei fatta, più aiuole e meno pietra

Questo è l’esempio di come avrei visto la piazza.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Appassionato di architettura, urbanistica, trasporti e politiche del territorio. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile.org una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Lavora nell'amministrazione immobiliare in Ceigecond


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.