"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Palazzo Beltrade: terzo stravolgimento per il palazzo Portaluppi

Piero Portaluppi costruisce il palazzo RAS tra il 1935 e il 1938. Il modernismo razionale sostituì una serie di edifici antichi popolari e fatiscenti. Portaluppi concepì il nuovo palazzo di modo che non intralciasse con la vista sul tiburio del vicino tempio di San Sebastiano. Infatti dal Duomo il tiburio del tempio era ben visibile. Inoltre l’idea era quella di “lasciare” su via Torino lo stesso ingombro visivo delle case precedenti.

La guerra e i bombardamenti devastarono anche questo palazzo, soprattutto l’angolo verso la piazza di Santa Maria Beltrade e la ricostruzione servì da pretesto per aumentare le volumetrie, così il palazzo venne trasformato in una serie di gradoni, con la parte più bassa verso la chiesa. 
Ora è in corso la ristrutturazione del palazzo, ed ecco svelata la nuova trasformazione: appartamenti di lusso, nuove aperture più grandi, le terrazze incorniciate da pietra più scura su Via Torino verrranno moltiplicate nella parte centrale (Portaluppi aveva creato solo tre balconi incorniciati, tutti al secondo piano). Anche su Piazza Santa Maria Beltrade verranno ricavati nuovi balconi. Il primo piano sarà convertito in commerciale e a questo scopo verranno allargate le finestrature. Anche l’ultimo piano su via Torino verrà trasformato aprendo finestroni e facendo sparire le piastrelline minute.
Insomma, un ulteriore rimescolamento del lavoro del grande architetto.
Per informazioni Palazzo Beltrade

Il nuovo aspetto del Palazzo Beltrade
Il Palazzo RAS nella prima versione di Portaluppi 1939

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Appassionato di architettura, urbanistica, trasporti e politiche del territorio. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile.org una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Lavora nell'amministrazione immobiliare in Ceigecond


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.