"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Zona Porta Genova – Nuova vita e nuova collocazione per la fiera di Sinigallia

Ogni città al mondo ha il suo mercatino delle pulci, come non pensare al mercato di Portobello Road? Milano ha il suo mercatino delle pulci, la fiera di Sinigaglia che prende il nome dalla nota fiera annuale che si tiene nella città marchigiana di Senigaglia (la differenza sta nella i). La Fiera di Sinigaglia, attiva sin dagli anni Venti, è stata spostata diverse volte. Dai bastioni che correvano lungo il tratto che va da Porta Vercellina a Porta Genova (ora occupato dal mercato di Viale Papiniano in parte), a Via Calatafimi, quindi lo spostamento sul finire degli anni Novanta sulla banchina della Darsena. Nuovamente spostata per via dei lavori nell’attuale locazione all’interno dello scalo merci di Porta Genova in via Valenza, ora pronta per l’ennesimo spostamento.

La fiera espone oggetti di vario genere soprattutto di memorabilia, ultimamente più famosa tra i giovani che ascoltano musica rock, metal e punk, alla ricerca di dischi e capi di abbigliamento di seconda mano.

Palazzo Marino ha precisato che l’area di via Valenza, attualmente utilizzata dal mercato settimanale, di proprietà privata (Ferrovie dello Stato): è scaduto nei mesi scorsi l’accordo che l’ente aveva stipulato per usare le aree dell’ex scalo ferroviario di Porta Genova. Quindi era necessario un trasloco della fiera.

La settimana scorsa sono state approvare dalla Giunta le linee guida per la nascita, in via sperimentale, dei due nuovi mercati settimanali scoperti in Ripa di Porta Ticinese e Mario Pagano, volti a garantire la continuità commerciale degli operatori e la prosecuzione della storica fiera.

“Con questo provvedimento vogliamo dare nuovo slancio ad una fiera storica per la città che dopo anni di collocazioni inadeguate trova oggi una nuova posizione, al centro di due quartieri commercialmente appetibili”. Così l’Assessore al Commercio, Attività produttive Franco D’Alfonso che ha aggiunto:“Grazie a questa soluzione gli operatori potranno scegliere l’ubicazione più in sintonia con la propria vocazione merceologica e organizzativa, in due nuove sedi idonee a garantire la giusta visibilità ”.

Il provvedimento nasce della volontà dell’Amministrazione di trovare una collocazione idonea ai circa 150 operatori che ad oggi svolgono la propria attività in condizioni svantaggiate all’interno dell’ex scalo Ferroviario di Porta Genova. L’area, sia perché di proprietà di Ferrovie dello Stato che ne rivendica la disponibilità sia per mancanza di servizi e infrastrutture adeguate, non risulta infatti più idonea ad ospitare lo svolgimento della Fiera nel rispetto del decoro e della sicurezza degli operatori e del pubblico.

In quest’ottica sono stati individuati, con l’approvazione dei Consigli di Zona 6 e 7, due nuovi mercati sperimentali. Il primo, denominato “Mercato di Ripa di porta Ticinese” collocato tra Via Barsanti a Via Paoli nella giornata di sabato e composto da circa 100 banchi senza automezzo alle spalle con una spiccata vocazione non alimentare, potrà ospitare all’incirca 100 operatori dell’attuale fiera di Sinigallia. Il secondo, “Mercato di Mario Pagano”, insisterà la domenica sull’area del parcheggio MM1 di via Mario Pagano e prevede la presenza di circa 100 banchi con automezzo alle spalle di cui circa 50 provenienti da Sinigallia. La novità assoluta in questo mercato che avrà una composizione mista (alimentare e non) è costituita dalla previsione di 20 postazioni (comprese tra le 100 totali) che saranno messe a disposizione della Zona 7 per attività temporanee di commercio su area pubblica.

Per garantire la ricollocazione di tutti gli operatori dell’attuale mercato di Sinigallia, in regola con il pagamento del canone di occupazione suolo pubblico, sarà predisposto uno specifico bando riservato agli stessi operatori per l’assegnazione delle postazioni nei due nuovi mercati. Entro fine maggio è prevista la pubblicazione del bando mentre le presentazione delle domande dovrà avvenire entro fine giugno per poter procedere alle assegnazioni entro la fine di luglio 2014.

Nel bando, ovviamente, verranno previste delle riserve a favore degli operatori di Sinigallia e verranno ulteriormente preferiti i titolari che operano direttamente sul mercato rispetto a quelli che, viceversa, hanno ceduto la licenza in affitto. Per entrambi i mercati i posteggi eventualmente rimasti inassegnati verranno attribuiti ad altri operatori che ne faranno richiesta.

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Appassionato di architettura, urbanistica, trasporti e politiche del territorio. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile.org una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Lavora nell'amministrazione immobiliare in Ceigecond


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.