"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Zona Darsena – La legge del più stupido

Da poco la balaustra demolita da un automobilista a marzo (automobilista che invece di sterzare proseguì nella sua corsa finendo contro il parapetto e finendo nella darsena a ruote all’aria), è stata riparata. Naturalmente, visto che in zona i VANDALI agiscono sempre e indisturbati, quasi come sfida, uno di questi, ha voluto lasciare la sua firma idiota sul bianco della pietra nuova.

Quasi una sfida del più idiota per il futuro dell’intero intervento di riqualificazione alla Darsena.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Appassionato di architettura, urbanistica, trasporti e politiche del territorio. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile.org una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Lavora nell'amministrazione immobiliare in Ceigecond


2 thoughts on “Zona Darsena – La legge del più stupido

  1. lorenzo ferruccio giacomo berra

    MI AUGURO CHE LA DARSENA POSSA CAMBIARE VOLTO ,MILANO AVREBBE BISOGNO DI RIAPRIRE I NAVIGLI DI RITROVARE QUELLE RADICI CHE UN PASSATO STORICO HA ROVINATO,MILANO HA LA NECESSITA DI RITROVARE QUELLA PACE E QUELLA TRANQUILLITA DI UN TEMPO,PIU VERDE ,PIU NAVIGLI ,MENO GRAFFITI E MENO SPORCIZIA FORSE SI POTRA RAGIONARE

  2. buonsenso

    Lorenzo,gli auguri non servono a niente.Dipende se le Forze dell’ordine si vogliono dotare di quelle videocamere in uso all’estero con successo e che hanno abbattuto il vandalismo.Sono videocamere spostabili,senza cablasggi progettate solo per l’antigraffitismo che mandano sui palmari degli agenti le immagini dei vandali nel momento in cui agiscono.E dipende anche dai giudici che non devono assolvere graffitari sorpresi a imbrattare ponti con la motivazione che “abbellivano”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.