"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Città Studi – Il Cremlino in Città Studi

In zona Città Studi c’è un palazzo oramai nascosto tra i folti alberi di Via Giuseppe Colombo e i palazzi circostanti, ma quando venne costruito troneggiava su tutta la zona est della crescente Milano. Da subito soprannominato il “Cremlino”, per via delle forme fantastiche un po’ in stile soviet, con cupole e pinnacoli. Si tratta dell’istituto Giuliana Ronzoni, sede della Facoltà di ricerche chimiche e biomediche, costruito tra il 1924 e il 1927, su commissione di Luigi Ronzoni, noto industriale di Cesano Maderno, mecenate attento e sensibile alle problematiche della formazione degli universitari.

E’ un bel esempio di costruzione in cemento a cavallo tra lo stile liberty e lo stile decò. Il progetto fu affidato al professor Molinari, che lo realizzò in collaborazione con l’architetto Niccoli e il professor Danusso, specialista nell’utilizzo del cemento armato. Dedicato alla memoria della madre del committente, oggi è una fondazione, dedita alla ricerca scientifica. Oggi, purtroppo come molte altre architetture milanesi versa in uno stato molto degradato, vandalizzato e imbrattato dalle solite scritte dei vandali che infestano la città intera. Peccato non ci sia più alcun rispetto.

Si trova in Via Giuseppe Colombo 81.

La situazione oggi:

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


One thought on “Milano | Città Studi – Il Cremlino in Città Studi

  1. buonsenso

    Peccato che non ci sia più rispetto? Ma se ci viene insegnato che il decoro di una città non è un problema prioritario!Una amministrazione illuminata dovrebbe invece considerare il problema dell’ultima foto come prioritario e non adagiarsi sull’incività della gente e non fare nulla .Vivere nel lercio inibisce eventuali volontà di miglioramento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.