"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Zona Cascina Merlata – I quattro alberi metallici per EXPO

Quattro sculture a forma di albero danzante di 10 metri di altezza. Si chiamano i “Portali di Expo” le sculture, disegnate dall’architetto di fama internazionale Daniel Libeskind, che saranno collocate agli agli angoli di Piazza Italia, nel ‘cuore’ dell’Esposizione milanese.

“I Portali di Expo esemplificano la relazione dinamica tra arte e tecnologia, celebrando lo spazio pubblico” ha spiegato Daniel Libeskind. “Prevedo che queste sculture diventeranno per i visitatori un punto di riferimento dove incontrarsi e rilassarsi.”

Per la realizzazione del progetto, affidato a Siemens, il colosso ha riunito una squadra di primissimo piano: sotto la supervisione del team di architetti dello Studio Libeskind di New York e di Libeskind Architettura di Milano, le sculture verranno costruite dal Central Industry Group in Germania, mentre i contenuti di comunicazione saranno studiati dalla nota agenzia londinese Innovision.

Il contributo di Siemens non si ferma, però, ai ‘Portali’, ma, in quanto Partner Strategico di Enel per la tecnologia Smart Grid a Expo Milano 2015, l’azienda contribuirà alla Smart Grid di Enel – che sarà una colonna portante dell’infrastruttura tecnologica dell’intera esposizione, fornendo il software intelligente per il funzionamento della Smart Grid ed i servizi correlati per gli utenti della rete Expo.

La fornitura include inoltre le relative apparecchiature di media tensione, dai quadri di distribuzione primaria agli apparecchi per la misurazione dei consumi energetici fino al sistema di controllo da remoto, così come l’innovativo centro di controllo che sarà perfettamente integrato con le apparecchiature e i sistemi di Enel. Per fare questo, Siemens svilupperà per Enel il sistema di Energy Management della rete di Expo basato su tecnologia Cloud, fornendo inoltre i servizi per la gestione del sistema per l’intera durata dell’esposizione e l’Energy Storage System per Palazzo Italia. L’approccio easy-to-use è garantito da un’interfaccia web multilingue, accessibile ai Paesi espositori ed al pubblico anche tramite smartphone.

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Appassionato di architettura, urbanistica, trasporti e politiche del territorio. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile.org una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Lavora nell'amministrazione immobiliare in Ceigecond


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.