"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Zona Fiera – La nuova Piazzale Arduino

Pedonalizzata in parte, arredata con un nuovo parterre in pietra, nuove aiuole e pista ciclabile, sono queste le novità di piazzale Arduino. Al centro è rimasto il bel giardino corredato con panchine sotto gli enormi platani e un area per i bambini con scivoli e giochi vari. La pista ciclabile sarà collegata con il parco in costruzione a Citylife.

 

2016-03-26_Piazzale Arduino_1 2016-03-26_Piazzale Arduino_2 2016-03-26_Piazzale Arduino_3 2016-03-26_Piazzale Arduino_4 2016-03-26_Piazzale Arduino_5 2016-03-26_Piazzale Arduino_6 2016-03-26_Piazzale Arduino_7 2016-03-26_Piazzale Arduino_8 2016-03-26_Piazzale Arduino_9 2016-03-26_Piazzale Arduino_10 2016-03-26_Piazzale Arduino_11 2016-03-26_Piazzale Arduino_12 2016-03-26_Piazzale Arduino_13 2016-03-26_Piazzale Arduino_14 2016-03-26_Piazzale Arduino_18 2016-03-26_Piazzale Arduino_19

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


6 thoughts on “Milano | Zona Fiera – La nuova Piazzale Arduino

  1. Francesco De Collibus

    Scritte, scritte, scritte. Assieme ai sottotetti, il grande male di Milano. Perche’ non le combiniamo e facciamo le scritte sui sottotetti?

  2. Renato S.

    In realtà, come ho visto segnalare su Fb, puzza di un regaluccio al cantiere di Citylife e ai futuri palazzi. Perché un passo carrraio di quel genere, nel pieno dell’incrocio su piazza Arduino, non avrebbero mai potuto metterlo.

    La “riqualificazione” oltre a seminare baselli di pietra, ha diviso in due l’area. Da un lato la piazza semi chiusa al traffico. Dall’altro viale Eginardo, dove a quel punto l’accesso al cantiere e al futuro centro commerciale di Citylife, sebbene inserito a capocchia su un asse di scorrimento veloce, è legittimo a norma di legge.

    Certo “a pensare male si fa peccato”, ma temo l’ipotesi sia molto realistica.

  3. Bizantinismi

    “In realtà, come ho visto segnalare su Fb, puzza di un regaluccio al cantiere di Citylife e ai futuri palazzi. Perché un passo carrraio di quel genere, nel pieno dell’incrocio su piazza Arduino, non avrebbero mai potuto metterlo.”
    E per quale bizantinismo non avrebbero mai potuto metterlo?
    Comunque sia sarà bene che procedano velocemente nella realizzazione dei nuovi palazzi (tra l’altro non c’era in progetto un grattacielo residenziale), a Milano c’è bisogno di case, la gente deve restare qui e non andare a vivere nelle GRANDI CAPITALI europee, delle GRANDI NAZIONI europee e dei GRANDI NAZIONALISMI europei…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.