"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Lazzaretto – Il fascino di un quartiere ottocentesco: la vita

Dopo aver visto la storia del quartiere e l’architettura, adesso possiamo addentrarci nella vita sociale e commerciale del quadrilatero formato da Corso Buenos Aires, Viale Vittorio Veneto, Via Lazzaretto e via San Gregorio.

2016-05_Lazzaretto_14

Da subito il nuovo quartiere realizzato al posto del Lazzaretto, si arricchì di attività commerciali e ristoranti data la vicinanza con l’allora stazione Centrale posta in Piazza della Repubblica. Molti palazzi avevano un attività commerciale al piano strada e un attività terziaria (uffici) al primo piano, specie verso piazza Oberdan.

Poi lo spostamento della stazione Centrale in piazza Duca d’Aosta, la guerra e la ricostruzione spostarono anche la tipologia della popolazione del quartiere, la medio borghesia andava nei nuovi quartieri e la zona pian piano divenne popolare. Gli immigrati dal sud Italia occuparono le abitazioni.

Negli anni Settanta la zona non era certo bella, vecchie case, strade strette, così pian piano arrivarono anche gli immigrati dai paesi africani, specie dall’Eritrea.

Infatti col tempo la comunità eritrea-etiope ha fatto di Porta Venezia e del Lazzaretto la sua casa, specie lungo Via Lazzaro Palazzi. La decadenza che caratterizzava un po’ il quartiere, da almeno una ventina d’anni si è tranquillizzato, anche se lo scorso anno ha visto decine di eritrei bivaccare attorno alla chiesa di San Carlino e lungo viale Vittorio Veneto, aiutati dai loro connazionali che gli garantivano un pasto caldo (situazione al momento rientrata).

Di seguito due immagini riprese da Google Street-View nel giugno del 2015 che mostrano la situazione che si era creata in quel periodo di tensioni sociali e che per fortuna è stata ridimensionata parecchio.

Lazzaretto_Via_Lazzaro_Palazzi_2015_1 Lazzaretto_Via_Lazzaro_Palazzi_2015_2

Oggi il quartiere è soprattutto noto per i suoi ristorantini alla moda (El Paso de Los Toros, Maruzzella, Lucca, Delicatessen, Ristorante Ai Giardini, Albufera, La Risacca Blu’, Mint Garden Cafè, Trattoria Tipica Pugliese, per citarne alcuni) o per locali per l’aperitivo e non (Bar 35 Food & Drinks, Pandenus, Mint Garden Cafè, Lucca, il Frank, Mono, Red Cafè, Lecco Milano) soprattutto da una popolazione under 30.

2016-05_Lazzaretto_16 2016-05_Lazzaretto_17 2016-05_Lazzaretto_25 2016-05_Lazzaretto_26 2016-05_Lazzaretto_28 2016-05_Lazzaretto_30 2016-05_Lazzaretto_34 2016-05_Lazzaretto_40 2016-05_Lazzaretto_41 2016-05_Lazzaretto_55

Da diversi anni il quartiere si può dire che è diventato (ampliando a tutta Porta Venezia, Baires e Loreto) il quartiere gay di Milano. Locali, bar e ristoranti espongono le loro bandiere arcobaleno e si possono incrociare coppie dello stesso sesso mano nella mano. Tanto che intorno al 20 del mese di giugno le vie si animano con eventi e manifestazioni. Si tratta del MilanoPride, e come i più grandi Pride europei, ormai da diversi anni propone un calendario di eventi legati al mondo LGBT che si concentrano nella settimana della tradizionale parata conclusiva che ultimamente ruota attorno al quartiere concludendo proprio in Piazza Oberdan a Porta Venezia.

2016-05_Lazzaretto_56

2016-05_Lazzaretto_57

2016-05_Lazzaretto_58 2016-05_Lazzaretto_91 2016-05_Lazzaretto_92 2016-05_Lazzaretto_93 2016-05_Lazzaretto_94 2016-05_Lazzaretto_95 Mono_Bar

Nella zona abbondano anche i negozi particolari, come i bazar etnici, le vecchie ferramenta, fumetterie e negozi per collezionismo, come Yamato, specializzato in anime giapponesi e non solo, oppure come Ami Mop per laboratorio artigianale. Ristoranti etnici, soprattutto africani e asiatici, qualche Kebab e altri più selettivi, come il Björk (svedese), Joia (indiano e vengano), Taste of India (indiano), El Paso de Los Toros (argentino), Osterie Strippoli (pugliese), Ristorante Lucca (toscano), Ristorante Ai Giardini (italiano), Vinile Milano (bar e ristorante immerso in memorabili), insomma ce n’é per tutti i gusti come questo quartiere è diventato nel corso degli ultimi anni.

2016-05-22_Lazzaretto_1

2016-05_Lazzaretto_67 Via_Tadino_Vinile Milano 2016-05_Lazzaretto_70 2016-05_Lazzaretto_71 2016-05_Lazzaretto_72 2016-05_Lazzaretto_83 2016-05_Lazzaretto_86 2016-05_Lazzaretto_87 2016-05_Lazzaretto_89 2016-05_Lazzaretto_90  2016-05-22_Lazzaretto_2 2016-05-26_Lazzaretto_2 2016-06-07_Lazzaretto_1 2016-06-07_Lazzaretto_2 2016-06-07_Lazzaretto_3 2016-06-07_Lazzaretto_5 2016-06-07_Lazzaretto_6 2016-06-07_Lazzaretto_7 2016-06-07_Lazzaretto_8 Bar_Atomic Lazzaretto_Casati_Pave Lazzaretto_Castaldi_Bjork

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


One thought on “Milano | Lazzaretto – Il fascino di un quartiere ottocentesco: la vita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.