"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Porta Genova – Quell’inerzia di Viale Papiniano

2016-11-30_viale_papiniano_mercato_santagostino_1 2016-11-30_viale_papiniano_mercato_santagostino_2

Come spesso accade, nei luoghi in cui si tiene il mercato settimanale regna il disordine.

Così è per via Ampère, via Benedetto Marcello e via Osoppo. Naturalmente anche per il grande mercato di viale Papiniano e piazza Sant’Agostino il destino è lo stesso.  disordine e anche inciviltà soprattutto quando i mercati non sono in turno.

Ci è stato segnalato da un nostro lettore, residente in Viale Papiniano e facente parte del comitatosantagostino, che la situazione da diversi anni è in continuo peggioramento.

2016-11-30_viale_papiniano_mercato_santagostino_3 2016-11-30_viale_papiniano_mercato_santagostino_4 2016-11-30_viale_papiniano_mercato_santagostino_5 2016-11-30_viale_papiniano_mercato_santagostino_5b

I problemi del viale sono innumerevoli. I marciapiedi centrali (dove si svolge il mercato il martedì e il sabato) durante la settimana sono dei parcheggi liberi, privi di qualsiasi segnaletica. Negli anni sono diventati territorio di parcheggiatori abusi, che vivono ormai da anni nel viale (vedere foto). Gli abitanti della zona sono riusciti dopo anni di richieste a far smuovere qualcosa (come riportato nell’articolo di Repubblica) ma purtroppo questi soggetti sono ancora presenti poiché alcuni dormono nel dismesso concessionario Renault o nei materassi posizionati tra le macchine nel medesimo parterre centrale (nei mesi estivi).

Per evitare che il problema possa ripresentarsi il Comune ha disposto che un’auto della polizia locale pattugli quotidianamente l’area dalle tre di pomeriggio a mezzanotte. “In consiglio di Municipio prima e ai cittadini incontrati dopo – ha commentato in una nota Rozza – avevamo assicurato un intervento in tempi brevi. Come promesso, nel giro di pochi giorni, la polizia locale è intervenuta per fermare i parcheggiatori abusivi e rendere nuovamente l’area fruibile in sicurezza dai cittadini. Prossimamente affronteremo anche le altre questioni segnalate dai cittadini in consiglio di municipio”.

Il viale, inoltre, è uno dei più pericolosi di milano poiché ha 3 corsie per senso di marcia molti attraversamenti privi di ausilio dei semafori e soprattutto non ci esistono dossi artificiali o qualsiasi altro espediente per ridurre la velocità durante le ore notturne e questo provoca numerosi incidenti.

mercato_viale_papiniano_gente mercato_viale_papiniano

Inoltre i problemi aumentano il martedì e il sabato quando si svolge il mercato settimanale; in realtà per regolamento comunale i mercati non potrebbero essere fatti in strade ad alto traffico, ma Viale Papiniano, a quanto pare, non è considerata una strada ad alto traffico.

Così ancora oggi il mercato di tiene nella parte centrale del viale. I camion e i furgoni degli ambulanti vengono parcheggiati a lato marciapiede in quelle che durante la settimana sono corsie e sulle strisce pedonali. Questa sistemazione manda in tilt il traffico, soprattutto adesso che le vie limitrofe sono interessate dai lavori della M4.

I residenti hanno segnalato tutte queste problematiche al Comune e al Municipio 1 richiedendo una riqualificazione del viale e una possibile riorganizzazione del mercato.

Al momento il Comune tramite A2A, sta predisponendo dei nuovi servizi tecnici a servizio dei commercianti del mercato.

La questione del mercato è strettamente correlata con un’altra richiesta che è stata fatta al Comune, quella della tanto agognata riqualificazione di piazza Sant’Agostino, che noi di Urbanfile abbiamo più volte invocato e trattato.

Viale Papiniano è la continuazione ideale della Nuova Darsena ed è a due passi da luoghi importanti per la città come la Basilica di Sant’Ambrogio e il Museo della Scienza e della Tecnica.

2016-11-30_viale_papiniano_mercato_santagostino_6 2016-11-30_viale_papiniano_mercato_santagostino_7 2016-11-30_viale_papiniano_mercato_santagostino_8 2016-11-30_viale_papiniano_mercato_santagostino_9 2016-11-30_viale_papiniano_mercato_santagostino_10 2016-11-30_viale_papiniano_mercato_santagostino_11 2016-11-30_viale_papiniano_mercato_santagostino_12 2016-11-30_viale_papiniano_mercato_santagostino_13 2016-11-30_viale_papiniano_mercato_santagostino_14 2016-11-30_viale_papiniano_mercato_santagostino_15 2016-11-30_viale_papiniano_mercato_santagostino_16 2016-11-30_viale_papiniano_mercato_santagostino_17 2016-11-30_viale_papiniano_mercato_santagostino_19 2016-11-30_viale_papiniano_mercato_santagostino_20 2016-11-30_viale_papiniano_mercato_santagostino_21 2016-11-30_viale_papiniano_mercato_santagostino_22 2016-11-30_viale_papiniano_mercato_santagostino_23 2016-11-30_viale_papiniano_mercato_santagostino_24 2016-11-30_viale_papiniano_mercato_santagostino_25 2016-11-30_viale_papiniano_mercato_santagostino_26 2016-11-30_viale_papiniano_mercato_santagostino_27 2016-11-30_viale_papiniano_mercato_santagostino_28




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


11 thoughts on “Milano | Porta Genova – Quell’inerzia di Viale Papiniano

  1. Aleksej

    So che avrebbe un costo non indifferente, ma lo spartitraffico centrale che va da Piazzale Cantore fino a Concilliazione potrebbe essere usato per farci passare i tram 14 e 10, liberando i viali paralleli (Coni Zugna etc.).
    Il 14 potrebbe svoltare verso Via Solari all’altezza di Via Dugnani, mentre il 10 potrerbbe ricorrere allo svincolo già esistente in Piazzale Baracca. In questo modo i mezzi pubblici gioverebbero di una corsia preferenziale in più e alleggerirebbero il traffico sui controviali della circonvallazione; gli unici problemi sarebbero rappresentati dalla gestione dell’incrocio di Piazzale Cantore (asservimento semaforico a favore dei tram?) e dalla presenza del mercato di Viale Papiniano (spostandolo magari su Coni Zugna?)

      1. Aleksej

        Da chi sarebbe comandato? In ogni caso spostarlo una via più in la non credo cambierebbe molto per i “poteri forti” dei mercati rionali.

  2. elle

    tanti viali alberati di Milano (papiniano, ma anche porta vercellina, via pacini etc) hanno lo stesso problema: fanno schifo, ma al contempo sono parcheggi per zone in cui parcheggio non c’è.
    l’idea di trasformare tali aree in “zone verdi” mi sembra poco intelligente (salvo cambiamenti radicali) perchè piccoli esperimenti fatti qua e là hanno dato origine a zone forse ancora più degradate (d’altronde chi avrebbbe voglia di stare in una zona verde larga pochi metri in mezzo a un viale a tre corsie?). date un occhio all’area digitale in via pacini per farvi un’idea, ricettacolo di sbandati.
    o ci si fanno corsie preferenziali oppure si potrebbero fare dei parcheggi ordinati, magari per metà e l’altra meta farla a pista ciclabile, dalla darsena a piazza conciliazione (dove si unirebbe a quella esistente).

    1. enrico

      Si elle, su questo siamo tutti d’accordo: tanti viali alberati di Milano fanno schifo. E potremmo fare un lungo elenco che considera di certo tutte le zone.
      Però, la scelta di non trasformarli in aree verdi per non creare più degrado e ricettacoli a sbandati e compagnia cantante, fa il paio con la scelta di non fare le grandi opere pubbliche per non dare occasioni a malaffare, corruzione, favori alle varie mafie e così via.
      D’altro canto, mi sembra ci siano situazioni in cui dei trafficati viali alberati con parterre centrale verde non siano poi tanto male: ad es. corso Lodi (da p.zza Lodi a Corvetto), da sempre c.so Indipendenza e v.le Argonne.
      Per il mercato: anche in questo blog era stato proposto un mercato coperto in s. Agostino (http://blog.urbanfile.org/2013/05/30/il-mercato-in-piazza-santagostino/). In tal modo, rendendo il mercato permanente, si darebbe spazio a tutti gli ambulanti che oggi occupano il viale 2 su 7. O sbaglio?
      E poi, perché mai a Milano ci sono solo quegli scafessi di mercati coperti sul modello di p.zza Wagner o v.le Umbria?? (non oso citare la “moderna struttura” di quello nuovo della Darsena: ma dove le hanno trovate le tolle di vernice di quel verde?)
      Senza scomodare le grandi città europee, come esempio di eccellenza, tra tutti i mercati coperti citerei quello italico di Firenze: già, ma è dell’800. Altri tempi, amici miei.

  3. Adriano

    Come avevate proposto, mettere nella piazza un mercato coperto figo, stile europeo, con architetture decenti, e basta questi mercati rionali per strada, creare strutture dove possono esserci le bancarelle come alla fiera dell’artigianato…pulizia ordine e servizi itineranti…ogni volta che vedo quel mercato mi sembra di essere in un paese arabo, probabilmente fa parte della cultura italiana, ma sarebbe tanto bello avere un mercato pulito ordinato come quelli che ci sono in europa con architetture belle pulite…insomma da visitare volentieri.

  4. max 76

    La situazione di Viale Papiniano è demenziale. I parcheggiatori abusivi si farebbero sparire in un attimo se mettessero in ordine il parterre centrale e disegnassero strisce gialle e blu. A questo punto si potrebbero togliere da piazzale S. Agostino e si potrebbe sistemare quello schifo che è la piazza oggi.
    Vi assicuro che disegnando le strisce a terra si recupererebbe un buon 20% di posti auto in più, perché oggi le auto sono messe del tutto a casa e si spreca un sacco di spazio.
    Non ha senso pensare a mettere a verde il pezzo centrale, visto che tanto nessuno ci passerebbe del tempo in mezzo ad un viale a 6 corsie!!!
    Viale Coni Zugna sarebbe tutto da chiudere al traffico dei non residenti della via, lasciando finalmente che i tram possano circolare. Nel tratto dal Coin fino a via Solari sono sempre bloccati. Tutti questi sono lavori da fare in poche settimane e a budget quasi zero (a parte sistemare per bene piazza S. Agostino), ma si vede che qualcuno ha interessa a mantenere sto schifo.

  5. robertoq

    A mio parere andrebbe ristrutturato il parterre centrale per consentire la sosta a spina di pesce, anche dal lato carreggiata.
    Nel contempo abolire il parcheggio a bordo marciapiede e rimpiazzarlo con la sacrosanta pista ciclabile che li manca assolutamente.

    Quanto al mercato, il pezzo di Sant’Agostino (che è alimentare) potrebbe essere meglio valorizzato con strutture fisse. Invece il casino di Papiniano con le ciofeche cinesi spacciate per puro made in Italy per gli allocchi temo resterà così in eterno perché come ha notato anche qualcun altro, il Comune non ha certo il coraggio di metterci le mani.

  6. lorenzo lamas

    Vero è che nessuno avrebbe piacere a passare del tempo in una piccola zona verde in mezzo ad una strada a 6 corsie.

    Altrettanto vero è che lo spazio centrale del viale potrebbe essere destinato ad accogliere le auto in modo ordinate.

    Comunque “qualcosa” di gradevole deve essere fatto in quello spazio.

    Viale Papiniano è proprio brutto ed è un peccato lasciarlo in qesto stato.

    Piazza Sant’Agostino, non ne parliamo proprio. Purtroppo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.