"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Trasporti – M4: a maggio tutti in carrozza. O forse no

Con 3 mesi di ritardo sulla tabella di marcia, dovuti all’emergenza Covid19 scoppiata lo scorso anno, la nuova linea 4 della metropolitana milanese avanza e tra pochi mesi sarà pronta per partire col servizio.

Infatti l’inaugurazione del primo tratto dell’infrastruttura, dall’aeroporto di Linate alla stazione ferroviaria di Forlanini FS, doveva inizialmente venire inaugurato alla fine di questo mese, ma sarà posticipato a fine aprile, appunto a causa dei rallentamenti nei lavori. Atm ha comunque preso in questi giorni in carico la tratta ed ha iniziato il pre-esercizio, cioè il collaudo di convogli, strutture e impianti, che per legge dura due mesi, finiti i quali si è pronti a partire.

Successivamente, come da previsioni, si dovrebbero aprire le stazioni sino a a Dateo, per la fine dell’anno prossimo (2022), e per l’inizio del 2023 fino a San Babila, con uno slittamento anche in questo caso di circa tre mesi.

Per il restante versante ovest ancora non sono state divulgate delle date precise -fanno sapere da M4- a causa anche del ritrovamento del Muro romano alla stazione De Amicis. Muro che sarà spostato a breve nel parco Archeologico dell’Anfiteatro Romano in fase di realizzazione da parte della Sovrintendenza a Porta Ticinese.

Ma sull’inaugurazione di quest’anno incombe un’incognita maggiore: la pandemia da Coronavirus.

Come ha riferito l’assessore alla mobilità Marco Granelli: “Si tratterà di capire come andrà la pandemia nei prossimi mesi; oggi l’aeroporto è aperto, ma il traffico è ridotto al minimo. Il costo di esercizio delle tre stazioni M4 che collegheranno lo scalo cittadino al passante ferroviario è di 650mila euro al mese: bisognerà valutare se in primavera avrà senso mettere in esercizio una mini-linea che rischia di servire un aeroporto ancora deserto. Lo scenario è insomma assai probabile: primo pezzo di metropolitana pronto, ma treni fermi.”

Sempre Granelli ha aggiunto un’informazione in più sulla questione del collegamento M4 con M3: “la connessione tra la fermata Missori della linea 3 e la futura stazione Sforza- Policlinico della 4. Si realizzerà attraverso una
connessione pedonale, il cui tratto più esteso sarà in superficie”.

Soluzione che troviamo veramente stupida e deludente, come avevamo già avuto modo di specificare meglio in questo articolo


Urbanfile utilizza mappe basate su dati ©️ OpenStreetMap contributors

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


41 thoughts on “Milano | Trasporti – M4: a maggio tutti in carrozza. O forse no

  1. Anonimo

    Queste sono le condizioni contrattuali che sono state ereditate dalla giunta Moratti, Ada De Cesaris si dimise anche per questo motivo dato che gli onori erano stati dati ai privati e tutti gli oneri al comune ma ormai era troppo tardi per cambiare gli accordi. Peccato comunque perchè sono sicuro che in futuro si accorgeranno di questa pazzia e metteranno mano pagando però molto di più.

    1. V.

      La Moratti è andata via nel 2011.

      Siamo nel 2021, il primo tratto “decente”, fino a San Babila aprirà nel 2023 (!).
      Non abbiamo una interconnessione con la MM3
      Non abbiamo pensato ai parcheggi di corrispondenza (ecco perchè aprire adesso su Linate, ma anche a fine 2022 su Dateo, è inutile)

      Capisco che prendersela con chi era Sindaco due sindaci fa (e vari lustri indietro) sia facile, ma forse qualche tragico errore è stato compiuto anche dopo?

      1. L.

        Assolutamente, forse il Sindaco e chi di dovere avrebbe dovuto utilizzare il pugno di ferro ma evidentemente non conviene dal punto di vista economico. E’ un dato di fatto, però, che il contratto svantaggioso l’ha firmato chi ora siede come vice presidente e assessore al welfare della nostra Regione. E’ inutile girarci intorno, così è. Possono passare quanti anni vuole ma il contratto dura trent’anni dalla messa in esercizio ed è valido tutt’ora.

        1. Anonimo

          Evidentemente l’unico contratto di ferro mai firmato in Italia, noto paese dove trovare un cavillo, un compromesso, una velata minaccia, una campagna stampa, ecc ecc ecc, per rimettere in gioco decisioni prese in tema di appalti è assolutamente impossibile e mai stato fatto! 🙂

          1. Anonimo

            Si va be’, però se ti informi sul fattoquotidiano o repubblica è cosi e basta…

          2. Anonimo

            Evidentemente in questo caso non è così facile o economicamente vantaggioso. Ripeto, per me in questo caso sarebbe da fare il possibile perché è essenziale che questo interscambio sia il più agile. Detto questo tra il dire e il fare c’è di mezzo di tutto e di più.

      2. Anonimo

        Sono d’accordo che si potevano sfruttare meglio questi anni di ritardo, per esempio pianificando quei parcheggi di corrispondenza che colpevolmente non erano stati previsti fin dall’inizio (così come sulla M5).

        Non ci voleva un ingegnere dei trasporti per capire che Linate M4 sarà utilizzata non solo da chi va in aeroporto, ma anche da molti pendolari dell’hinterland est, che un domani lasceranno lì l’auto (magari in parcheggio selvaggio come avviene a Cologno, se non fanno il parcheggio) e raggiungere il centro in metro.

      3. Luca

        Beh almeno tra nuove zone pedonali, la vista della Statale e di San Nazaro in Brolo, la passeggiata all’aperto sarà più che piacevole!

    2. Joe

      Caro Anonimo delle 10.32, se vogiamo metterla sul piano politico, la sinistra che tu voti votò NO sia a M4 sia a M5, perché “inutili e costose”. Se invece vogliamo provare a pensare come persone civili dovresti sapere che l’approvazione della giunta Moratti (ma se non erro tutto risale ad Albertini) fu per la M4 in toto, lasciando sub judice i dettagli come il nome delle fermate, il loro esatto posizionamento, le modalità di collegamento con le altre linee, il numero delle uscite in superficie e modalità di scavo che ti risparmio.
      Converrai anche tu, come ti ha già detto un utente, che puntare il dito contro un sindaco che se ne è andato 10 anni fa è veramente demoralizzante e indice di una partigianeria mai assopita tra gli elettori PD.
      Il collegamento M3-M4, per tua norma, è stato approvato non più tardi di 2 anni fa, dopo 2 o 3 anni di studi e di progetti.
      Quindi mi devo complimentare per il tuo “autogol” politico, anche se noi italiani troppo spesso siamo abituati a mettere la politica in ogni dove quando basterebbe usare il buon senso.

    3. Si Tav

      Caro anonimo delle 10.32, il progetto del collegamento M3-M4 risale a meno di 2 anni fa. Pertanto capirà da solo quale giunta dobbiamo ringraziare per questa genialata.
      Ma siccome le cazzate non vanno mai da sole, anche i collegamenti con M1 ed M2 sono demenziali. Insomma: fanno rabbrividire per imbecillità.
      Però il comune inebria i suoi stolti elettori per il fatto di aver pitturato o di essere sul punto di pitturare piazze o marciapiedi dove regnerà ancor più il caos.
      Veramente dei geni voi elettori PD

  2. Anonimo

    > Soluzione che troviamo veramente stupida e deludente.

    Stupido e deludente è fare un complimento a chi ha anche avuto la faccia tosta di proporla una cosa del genere.

    Ricordo anche bene quando non era chiaro come avrebbero connesso le fermate e i soliti fan boys… non vi preoccupate sono dei professionisti, sanno quello che fanno. Ecco qui.

    Lo stesso motivo per cui nutro grossi dubbi sullo scalo farini e romana, ma ormai è cosi.

    PS Di questa logica possiamo direi che Crocetta è già interconnessa con Loreto (con una tratto in superficie) e con Qt8 (tratto di superficie)

  3. Federico

    Se vogliamo, anche M2 e M4 sono collegate con un breve tratto in superficie, e poco importa che sia la superficie ad abbassarsi in quel punto.
    Nemmeno a S.Babila si può interscambiare senza dover attraversare due volte i tornelli, con conseguenti ostruzioni al flusso di passeggeri e perdite di tempo quando il flusso è alto.
    Però che si prenda per i fondelli la gente facendo finta che il percorso verso Missori sia un interscambio, mi fa salire la carogna!
    È una pezza peggiore del male!

  4. Anonimo

    Visto che il motivo del colossale ritardo del ramo ovest è il muro romano a De Amicis, non si potrebbe anticipare il tratto Deposito-Coni Zugna?

    Non vedo perchè si debba attendere il 2024 o 2025 per vedere i treni su quella tratta, che peraltro è anche la più utile.
    In fondo i lavori in questa parte, che non comprende il centro, sono iniziati nel 2014!!

    1. wf

      E’ più utile perchè ci abiti tu!

      In realtà ci passa già una metro li.
      E pure parallela.

      Mentre a est non passa niente e stanno aspettando da anni.

  5. Nicola

    Francamente il collegamento tra l’aeroporto e la città doveva essere inaugurato nel 2015 per l’EXPO, ma pare che la gente se lo sia dimenticato…

  6. Luciano Oggiano

    Per quanto riguarda i timori legati al possibile scarso utilizzo della linea 4, per via dell’incognita sulla ripresa del traffico aereo, penso che avrebbe potuto essere una soluzione positiva aggiungere una tratta e non lasciare Linate capolinea, ma spostarlo a Idroscalo lato tribune. Con la buona stagione, un certo incremento di utilizzo da parte di gente che frequenta il parco è prevedibile possa compensare l’eventuale prolungata carenza del traffico da e per Linate.

    1. K.

      Non stai parlando seriamente vero?

      Tu hai una vaga idea di quanto costi progettare e costruire una nuova tratta, anche solo per poche centinaia di metri? E di quanto tempo ci voglia?

      E tutto solo per portare qualche centinaio di passeggeri in più all’Idroscalo solo d’estate?

      Seriously???

      1. Anonimo

        Diciamo che nei piani di espansione di M4fino a Segrate, la fermata Idroscalo è contemplata. Ma la motivazione non è per giustificare l’attività per una estate della linea…

  7. Leonparker

    Sicuramente grano ha dimostrato di non essere tagliato come assessore ai trasporti, ricordo il dottor.Croci assessore ai trasporti della giunta Moratti, persona molto valida

    1. Anonimo

      Sarai valido tu.
      Internet è proprio diventato un problema. Come diceva Eco, da voce a tutti, e tutti possono dire di avere soluzioni magiche e semplici per questioni e problemi complessi di cui non sanno nulla se non due o tre banalità lette online.
      Come se costruire un metro fosse semplice come rimbincare casa.

      1. Anonimo

        Senza scomodare Umberto Eco, chiedersi che senso ha iniziare il pre esercizio del moncone di MM4 senza aver deciso se ha un senso economico poi aprirlo al pubblico, è assolutamente legittimo.

        E’ vero che su internet tutti gridano e tutti sono esperti, ma è la stessa storia di sempre: ricordi il bambino che in mezzo ad una folla osannante gridò “Il Re è nudo”? Aveva ragione lui.

        1. Anonimo

          Il problema è che tutti sono convinti di essere quel bambino e che gli altri (almeno quelli che la vedono diversa) siano ciechi o in malafede

          “Sad” direbbe il presidente americano uscente, che di queste cose se ne intende

      2. Si Tav

        Pensa che le forze di opposizione alla giunta Moratti – guidate dal PD – erano contrarie alla M4. E pure alla M5, tanto per dire quanto sia piccola e ristretta la mentalità di sinistra.
        Caro anonimo delle 10.32, trovane un’altra. Va là va là, che di stronzate il PD ne ha fatte ben tante

        1. Anonimo

          La tua ossessione per il PD andrebbe discussa con un psicoanalista che potrebbe essere coadiuvato da un psichiatra.

          Mi fai quasi venire voglia di votarli la prossima volta. E sarebbe la prima volta

          1. Anonimo

            In effetti solo la sgangherata ed odiosa prosa di “Si Tav” potrebbe convincere una persona normale a votare PD, su questo siamo d’accordo 😉

        2. Si Tav

          Be’, siccome si parla di lavoro del comune ho citato la forza di maggioranza che tale comune guida.
          Se si parlasse di cinema americano citerei #Hollywood “, se si parlasse di insetti che infestate volano e pungono citerei le zanzare.
          Insomma: anche se siete elettori PD, cazzo, dovreste capire che le cose sono consequenziali.
          Del resto da una forza politica che era contraria alle metropolitane e purezza City Life e Porta Nuova, cosa vuoi aspettarti?

          1. Anonimo

            L’uso continuo del riferimento all’organo sessuale maschile non compensa la gracilità delle tue argomentazioni (sarà per una questione di dimensioni, che evidentemente ti creano anche qualche complesso?)

          2. Si Tav

            Be’, anonimo delle 14,28 effettivamente le mie dimensioni subiscono un “raffreddamento” di fronte alle minchiate di voi sinistri.
            Capisco che questo vi porti malessere, ma dovete farvene una ragione.
            La cosa grave, a essere sinceri, e che voi siate così mentecatti da votare PD, quando storicamente questa forza politica è la rovina d’Italia

  8. SILVANI

    GIA’ ORA MOLTE PERSONE INTERSCAMBIANO TRA POLICLINICO (BUS 94) E CROCETTA ANDANDO A PIEDI (ED E’ PIU’ BREVE CHE ANDARE A MISSORI) OPPURE USANDO I TRAM PER UNA FERMATA. CONTINUERANNO A FAR COSI’ PERCHE’ IL RACCORDO CON MISSORI COME PRESENTATO E’ UNA BOIATA PAZZESCA.
    PERALTRO A MIO PARERE AVRA’ SENSO APRIRE UNA PRIMA TRATTA ALMENO FINO A DATEO E, COME DETTO DA ALTRI,,DA SAN CRISTOFORO VERSO SANT’AMBROGIO (IN REALTA’ LI’ SONO INDIETRO LE STAZIONI, E POI BISOGNA VEDERE QUANTI TRENI SONO PRONTI)
    RAMMENTO INFINE CHE A FORLANINI FS FERMANO LE LINEE S5, S6 E S9.
    CI SAREBBERO ANCHE TRENI REGIONALI A FREQUENZA ORARIA PER PAVIA-STRADELLA E LODI-PIACENZA E LAMBRATE/GRECO. PASSANO DI LI’: FERMASSERO.

  9. Anonimo

    Circle Line, M5 fino a Monza, M4 fino a Segrate e M6. Milano non si ferma. Dobbiamo costruire un’infrastruttura di primo livello per la Milano del futuro.

      1. Anonimo

        Ma ti accorgi che i tuoi maleducati interventi servono solo a far pendere le opinioni di chi ti legge nella direzione diversa?

        Io sono un convinto sostenitore della TAV, ma visto il tuo nomignolo le mie convinzioni a riguardo stanno vacillando

  10. Anonimo

    La tua menzione ubiqua dell’organo sessuale maschile compensa o amplifica la gracilità delle tue proposte?
    Di sicuro fa coltivare dubbi sulla tua età mentale. All’asilo si ripete di frequente, più grandicelli si può eliminare dal vocabolario o almeno ridurre al minimo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.