"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Barona – Completato palazzo e pista ciclabile in via Barona

Nel distretto della Barona, nella via che porta il nome dell’antico borgo facente parte dei vecchi Corpi Santi di Milano, in una zona dove si trovavano ancora vecchi e abbandonati capannoni, è sorto un nuovo edificio residenziale, Vivi Barona.

Il progetto è di Beretta Associati e MAB Arquitectura, e si tratta di un piano d’intervento integrato con appartamenti destinati sia all’edilizia convenzionata che all’edilizia libera.

L’edificio è composto da 6 piani fuori terra, nonché da un piano interrato con 32 posti auto, 32 cantine e locali tecnici. Sulla facciata occidentale, sopra il piano terra dell’edificio, si trovano i balconi a sbalzo.

La Holzner & Bertagnolli Engineering Srl è responsabile della progettazione strutturale e della direzione lavori strutture.

Al contempo è stata realizzata una pista ciclabile in via Barona (e anche sistemata la stessa via: era priva in alcuni punti di marciapiede). La pista che consente il percorso ai ciclisti in contromano, va da via Primo Mazzolari a via Lago di Nemi.

Beretta Associati, MAB Arquitectura, Holzner & Bertagnolli Engineering Srl, Barona, Via Barona, Pista Ciclabile


Urbanfile utilizza mappe basate su dati ©️ OpenStreetMap contributors

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


5 thoughts on “Milano | Barona – Completato palazzo e pista ciclabile in via Barona

      1. Andrea

        Ma come? Sono presenti in quasi tutte le foto! Se vuoi vivere in una foresta la città non è il luogo più adatto.

  1. Patrizia

    È stata asfaltata la via Barona qlche mese fa… Peccato che ci siano buche (già rattoppate) e l’asfalto che si “sbriciola”… Bel lavoro…

    1. Und Tschüß!

      Stessa sorte della pista ciclabile di V.le Eginardo che dopo nemmeno un anno la superficie in asfalto rosso si sta sbriciolando! A parte il fatto della sua utilità, i ciclisti vanno sul marciapiede sul lato opposto perché funziona così.. è inutile discutere, ma come è possibile che senza un usura meccanica l’asfalto si sbricioli ?
      Il fatto delirante è che avevano montato TUTTI i segnali (dall’inizio del Viale fino ad Amendola) di condivisione del marciapiede in modo opposto; pedoni/bici invece di bici/pedoni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.