"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Forlanini – Il recupero di due cascine in via Taverna

Alla periferia est di Milano si trova il Parco Forlanini. 

Fu realizzato tra il 1967 e il 1970 su progetto degli architetti Mercandino e Beretta, con l’idea di creare un grande spazio verde per l’utilizzo sportivo e ricreativo. Al suo interno si trovano ancora diverse cascine, alcune in uso e purtroppo altre in abbandono.

Alcuni di questi insediamenti rurali hanno radici storiche molto importanti, come il complesso che fan parte dell’antico borgo di Casa Nova; fino al 1841 era un comune autonomo, confinava con San Gregorio Vecchio, Redecesio (nord), Novegro (est), Linate e i Corpi Santi (sud) e Lambrate (ovest). Ai giorni nostri si contano numerose cascine, alcune malmesse e altre in buone condizioni.

Come abbiamo già potuto vedere, il Comune, dopo anni, è riuscito a risolvere il problema per 7 immobili dismessi di proprietà, affidandoli a vari operatori del privato sociale, al termine di una procedura di avviso pubblico durata alcuni mesi. Le proposte contengono progetti di recupero edilizio dei beni, con consistenti investimenti economici da parte degli assegnatari che valorizzano il patrimonio immobiliare. Progetti che prevedono il rilancio degli spazi con attività socio-culturali ed educative destinate alle comunità locali.

Abbiamo visto come sarà riqualificata la cascina di via Paravia a San Siro, qui invece mostriamo come sarà riqualificata la Cascina Casanova.

Cascina Casanova, la più grande, dava il nome al borgo, poi frazione di Lambrate. Si trova a cavallo della via Taverna ed era già presente nella mappa cinquecentesca della Pieve di Segrate, in cui compariva come un nucleo rurale fortificato. Era presente nella carta del Claricio del 1600 e nel catasto teresiano, dove su un lungo edificio porticato si erano inseriti ortogonalmente due edifici di diversa lunghezza, e l’area occupata dalla cascina era delimitata su tre lati da una roggia. Nel XIX secolo vennero aggiunti altri corpi di fabbrica e questo aspetto ottocentesco è quello che si è conservato fino ai giorni nostri: alcuni edifici d’abitazione (tra cui uno dei corpi più antichi) e la stalla porticata su due lati, purtroppo in cattive condizioni.

La cascina di via Taverna 75 è stata aggiudicata alla Fondazione Paletti Ricci Onlus-Fondazione Vidas, che insedierà nuove residenze per famiglie con minori in cura nei centri lombardi. Un progetto che prevede un investimento da parte di Vidas di quasi 4 milioni di euro per la riqualificazione completa dell’immobile, con un canone di 162mila euro per la durata del diritto di superficie. E un beneficio per la città in servizi quantificato in 9 milioni di euro.

Poco distante, al civico 85 della via, si trova la Cascina Taverna; essa era formata da due fabbricati, l’uno a pianta a L, l’altro a pianta lineare, giustapposti in modo da formare uno spazio delimitato su tre lati: l’edificio a L conteneva le abitazioni, disposte su due piani, mentre l’altro ospitava una grande stalla con porticato verso l’aia. Entrambi sono oggi alquanto degradati.

Quasi 13 milioni di euro sono invece gli investimenti, sempre da parte della Fondazione Paletti Ricci Onlus-Fondazione Vidas, per il recupero della vecchia cascina di via Taverna, dove troveranno sede servizi di residenzialità leggera destinati ad anziani. Le fondazioni pagheranno 180mila euro di canone per la durata del diritto di superficie ed erogheranno servizi a favore della città per 11 milioni di euro.

Info: Comune di Milano, Il cielo sopra Milano, Roberto Schena,

Referenze fotografiche: foto cascine Roberto Visigalli, Comune di Milano

Tag: Forlanini, Via Taverna, Cascine, Recupero, Parco Forlanini, Cascina Casanova

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


One thought on “Milano | Forlanini – Il recupero di due cascine in via Taverna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.